PEN15: Non sei pazzo, quelli della scuola media hanno circa 30 anni

La nuova commedia per ragazzi di Hulu PEN15 sta ricevendo molte lodi per aver rappresentato il suo cast di giovani adolescenti, per lo più nella scuola media, come le persone complicate che tendono ad essere nella vita reale. Per la maggior parte, il cast di giovani personaggi è interpretato da attori che sono in realtà adolescenti – con due notevoli eccezioni. Per i personaggi di Maya e Anna, i due migliori amici al centro dello spettacolo, i creatori Maya Erskine e Anna Konkle ritraggono i loro avatar tweenaged, ispirati ai loro veri anni dell’adolescenza e alle lotte che hanno affrontato a quell’età.

Erskine e Konkle hanno entrambi 31 anni – un’età un po ‘troppo vecchia, anche a Hollywood, per essere giovani adolescenti. E sebbene siano in stile nella scuola media – i modi appropriati, lo spettacolo non fa assolutamente nessuno sforzo per nascondere le età delle attrici; infatti, la loro età adulta è una parte fondamentale del concetto eccentrico dello spettacolo. In un profilo in Avvoltoio, Erskine e Konkle hanno rivelato di aver faticato, all’inizio, per trovare un concetto per lo spettacolo che avrebbe permesso loro, come donne vicine ai trent’anni, di giocare a una scuola media di 13 anni.

“Allo stesso tempo, si sforzavano di elaborare un concetto che consentisse loro, a vent’anni, di interpretare se stessi”, racconta l’articolo. Alcune delle idee scartate erano persino più selvagge del concetto definitivo: “Forse erano membri di setta che si erano rifugiati in una scuola media? Bambini adottivi stranamente grandi?” Ho appena avuto questa visione di Maya avvolta su una porta, “dice Konkle. “

Mentre il duo ha lottato per capire il concetto corretto, hanno portato il loro amico, regista e scrittore Sam Zvibleman. È stato Zvibleman a inventare l’approccio casuale, senza spiegazione, al casting per l’età.

Leggi anche  Perché non dovresti smettere di leggere ai tuoi figli solo perché possono leggere, anche

“Sam era tipo, ‘E se non ci fosse una spiegazione? E se avessi solo 13 anni?” E ‘stato come,’ Oh, sì, ‘”Konkle ha continuato Avvoltoio. Questo è il concetto che alla fine è entrato nello show: semplicemente presentare Erskine e Konkle come tredicenni nel mondo della storia senza mai spiegare perché lo spettatore in casa li vede come donne adulte cresciute.

Erskine ha sottolineato che il concetto dello spettacolo non è quello di distrarre dal contesto della scuola media o dal resto del cast (che sono tutti interpretati da attori adolescenti), ma in realtà contribuire a ridurre il disagio per gli spettatori che potrebbero tirarsi indietro dal guardare gli effettivi studenti di scuola media soffrono attraverso, beh, le cose cringhe che subiscono le scuole medie.

“Se hai visto un tredicenne reale attraversare alcune di queste esperienze traumatiche, potrebbe non essere così divertente da guardare, perché sei tipo” Quel povero ragazzo “. Se invece ci fai da adulti interpretandoli, possiamo dire: “Oh, è scomodo, ma in realtà non lo stai vivendo, o lo hai fatto, ma l’hai superato”, ha spiegato Erskine nel Avvoltoio colloquio.

Mentre i raddoppiamenti adulti del corpo sono stati inseriti per momenti come il primo bacio di Anna (Konkle ha detto Avvoltoio che il suo fidanzato di vita reale è la “labbra” sostituta per quel colpo), questo concetto bizzarro ha fatto PEN15 in una presa del tutto unica sulla storia della scuola media strana e spesso esilarantemente imbarazzante.

Fonte immagine: collezione Everett