Mi sento meno colpevole quando vedo foto di pompini di altre mamme


L’allattamento al seno era impossibile per me, come se fosse davvero impossibile. I miei capezzoli erano incrinati in modo irreparabile, ho avuto più attacchi di mastite e ero allergico all’antibiotico per liberarmene. Mentre immaginavo di essere una di quelle madri radiose che allattavano i loro bambini al comando, non lo ero. E lentamente, la colpa di non essere all’altezza del piedistallo su cui allattavano le madri che allattavano cominciò a soffocarmi.

Ricordo che un giorno, mia madre e io eravamo seduti sul mio divano nella stanza di famiglia mentre cercavo di allattare il mio neonato. Le lacrime mi rigarono le guance mentre mi sforzavo di nutrire il mio bambino attraverso il tremendo dolore. Mia madre mi ha guardato. “Va bene smettere di curare”, ha detto. “Farà più felici tutti. Anche il bambino.” Sapevo che aveva ragione. Non si trattava del mio orgoglio o del mio ego; si trattava di dare da mangiare al mio bambino. Ma non riuscivo a liberarmi della piccola voce che gridava: “Sei una madre! Dovresti essere in grado di allattare il tuo bambino!” Quindi mi sono rivolto al pompaggio. Non è stato neanche facile, ma ho ritenuto che fosse la cosa giusta da fare per me e il mio bambino. Anche adesso, anni dopo, mi sento ancora così colpevole che ho dovuto fare affidamento sul mio tiralatte.

Come sono sopravvissuto all’inferno che è pompaggio esclusivo e come si può anche

Ma vedere le recenti foto di donne che possiedono la loro decisione di pompare – da Rachel McAdams in un editoriale glam a Chrissy Teigen nella parte posteriore di una macchina al servizio fotografico celebrativo di una mamma – mi sta aiutando a liberarmi di quella sensazione persistente che non ero è il tipo di madre che avrei dovuto essere.

Mi ci è voluto molto tempo per ammettere queste sensazioni e rendermi conto che non sono meno per il pompaggio.

Ecco la cosa: pompare è difficile. lavoro. Mi svegliavo nel mezzo della notte per dare da mangiare al mio bambino e rimanere sveglio anche dopo per pompare per l’alimentazione successiva. Poi c’è stato il confezionamento e il processo di congelamento; Ero sempre terrorizzato che avrei lasciato cadere il mio oro liquido. Ed era ancora così doloroso. Ho continuato ad avere mastiti e capezzoli screpolati. Ma riconoscere che la realtà non mi ha impedito di sentire che non stavo facendo abbastanza. Mentre sedevo agganciato alla mia pompa, il dolore e l’agonia che turbinava dentro di me, desideravo poter naturalmente allattare al seno come tante altre madri. Ogni volta che il mio nuovo bambino ed io passeggiavamo in un parco e vedevo una donna prendere il seno per nutrire il suo bambino, ero pieno di invidia. Mi sentivo come se fosse meglio a questa faccenda della maternità di quanto non lo fossi io. Mi ci è voluto molto tempo per ammettere queste sensazioni e rendermi conto che non sono meno per il pompaggio.

Leggi anche  Il Trono di Spade: 2 Personaggi carissimi che potrebbero cambiare il punteggio

Il nuovo studio suggerisce che il latte materno pompato non è tanto benefico quanto l’infermieristica, ma mancano l’intero punto

Mentre sarebbe stato fantastico vedere le foto di altre mamme che pompavano quando ho iniziato il mio viaggio nella maternità, sono ancora così grato che sono disponibili ora. Finalmente, sto iniziando a sentirmi meno in colpa. È così autorizzante vedere che anche altre madri stanno facendo tutto ciò che devono fare per provvedere ai loro bambini. Le donne dovrebbero sentirsi autorizzate a prendere tali decisioni. Sia che si pompino, esclusivamente allattato al seno, mangime in formula, o qualche combinazione di tutti, le donne dovrebbero sentirsi sicure nelle proprie scelte. Sono i nostri corpi. Queste fotografie di mamme che pompano mettono un punto esclamativo proprio su questo: le donne che possiedono i loro corpi e le loro decisioni su cosa fare con loro.

Vorrei aver visto foto come queste durante il mio viaggio di alimentazione. Avrebbe ammorbidito il colpo di non essere in grado di allattare al seno e mi ha aiutato a possedere sia il mio corpo che la mia decisione. Ma sono fiducioso che la circolazione di foto come questa aiuterà le nuove mamme che potrebbero lottare come me. Queste foto sono un simbolo che non c’è vergogna nel pompare; che non c’è vergogna nel prendere qualunque strada tu abbia bisogno per nutrire il tuo bambino – ed è ora.

Fonte immagine: Pexels / rawpixel.com