The Prodigy’s Taylor Schilling su Creepy Kids, Horror’s Dog Problem e Leaving OITNB dietro

Avendo trascorso sei anni giocando a Piper Kerman L’arancione è il nuovo nero, non dovrebbe sorprendere nessuno che Taylor Schilling abbia vissuto la sua giusta dose di spiacevoli momenti sullo schermo. Ad esempio, nei panni di un detenuto di Litchfield, ha i suoi denti in frantumi, si ritrova a iniziare un commercio di mutandine usate, e viene tenuta ferma mentre si fa bruciare una svastica sul suo braccio. Eppure gran parte di ciò è scarso in confronto a ciò che deve perseguire il personaggio di Schilling Il prodigio.

Nel film horror diretto da Nicholas McCarthy, l’attrice nominata ai Golden Globe e agli Emmy interpreta Sarah, una madre il cui geniale figlio giovane, Miles (essoè Jackson Robert Scott), inizia a mostrare comportamenti inquietanti più invecchia. Soffre di una sorta di disturbo mentale? O è qualcosa di più sinistro al lavoro, come un possesso demoniaco? Sarah lotta con il suo istinto ad amare e proteggere suo figlio, temendo anche per lei e la sicurezza di suo marito, incontrando il peggior incubo di ogni madre mentre si trascina sempre più in profondità nel mistero di ciò che, esattamente, è con Miles.

Quello che ne risulta è un film intensamente raccapricciante, con un finale che legittimamente mi ha fatto aprire la bocca per la sorpresa. Sono saltato al telefono con Schilling stessa per discutere di tutto, dal colpo finale scioccante a quale tipo di ruoli potrebbe essere il prossimo per lei quando OITNB Finisce per bene quest’anno.

Attenzione: spoiler per una svolta chiave Il prodigio sono discussi in anticipo, quindi non leggere oltre se vuoi mantenere una sorpresa.

7 film horror di cui tutti parleranno nel 2019

fafaq: Ciò che mi ha veramente colpito mentre guardavo il film è che la trama è il peggior incubo di ogni madre. Ma detto questo, indipendentemente dal fatto che tu abbia o meno dei figli, la storia è ancora efficacemente agghiacciante, specialmente per le donne. Mi chiedo quale sia stata la tua prima impressione dopo aver letto la sceneggiatura e aver visto le lunghezze che Sarah deve seguire per suo figlio.

Taylor Schilling: Sono rimasto stupefatto da questo personaggio, e quando ho finito la sceneggiatura, in particolare con i turni che Sarah prende. . . alla fine, sta solo cercando di salvare suo figlio. Mi ha davvero ingannato. Mi ha sconvolto.

PS: Questo è davvero interessante perché io, io stesso, ero un po ‘sorpreso dal finale, quando Sarah decide di uccidere il superstite solitario del serial killer. Qual era la tua prospettiva in merito? Perché pensi che Sarah decida di fare ciò che fa?

Leggi anche  Qualcuno ha vergognato Ayesha Curry per il peso del figlio di 10 mesi, e mi dispiace, cosa?

TS: Beh, penso che stia combattendo per suo figlio, e lei sente un’enorme quantità di responsabilità per suo figlio. E l’intensità delle circostanze non è qualcosa a cui tutti possono relazionarsi, ma il suo istinto di essere il guardiano di suo figlio e fare tutto il necessario per assicurarsi che sia sicuro e che fiorisca nel mondo è davvero quello che penso un sacco di i genitori possono riguardare. Penso che lei vada fino in fondo, e penso che, in tempo reale, il personaggio Sarah stia imparando che ci sono parti di se stessa che non sapeva esistessero. Che c’è questo combattente feroce dentro di lei, ed è disposta a fare qualsiasi cosa, qualunque cosa pensi.

PS: Hai previsto che finisse per niente quando stavi leggendo la sceneggiatura per la prima volta? Perché ero sinceramente sorpreso.

TS: Cosa ti è sembrato mentre lo guardavi?

PS: Quando arriva in ospedale e vede suo marito vicino alla morte e si sporge per sussurrare: “Ho intenzione di sistemarlo” o “Vado a salvare nostro figlio” o qualunque sia la linea, io Supponevo che alla fine avesse deciso di uccidere Miles. Come quello sarebbe il suo modo di “salvare” tutti. Anche se aveva scoperto quei ritagli di giornale sul sopravvissuto nella sua camera da letto, non mi aspettavo ancora che le cose diventassero così buie. Anche se immagino che una madre che uccide suo figlio sia piuttosto buia.

TS: Sì, [il finale] mi ha davvero sconvolto. Le scelte che ha fatto e stanno facendo da una parte all’altra sono. . . sì, sono davvero qualcos’altro.

PS: Il genere horror malefico è stato sicuramente fatto prima in alcuni modi, come in Il presagio e Seme cattivo, ma questa volta ho pensato che fosse un po ‘nuovo, suppongo in modo morboso, come il serial killer arrivi a possedere Miglia. E vedere l’adorabile Jackson Robert Scott commettere tutte queste cose atroci è un viaggio. E ‘stato difficile per te quando stavi girando per vedere Jackson davvero spaventoso?

TS: No, perché penso che sia così bravo a prendere le curve che ha bisogno di prendere. È solo un bravo attore. Quindi, ha davvero fatto il suo lavoro. È davvero spettacolare e stimolante in quanto può cambiare modo così velocemente e senza sforzo. Che [dopo una scena spaventosa] può solo iniziare a giocare. È un bravo ragazzo.

Leggi anche  L'addio al nubilato: Hannah ha le sue 2 BFF da Bachelor per ringraziare per averle avvertito di Scott

PS: Miles deve dire cose piuttosto brutali e sgradevoli, specialmente in quella scena quando si trova nell’ufficio dello psichiatra. È piuttosto strano sentirlo uscire dalla bocca di un bambino. Com’è stato fare quel tipo di scene con lui?

TS: Sai, alcune di quelle cose. . . Ero davvero inorridito quando l’ho incontrato, perché avevo letto la sceneggiatura e sapevo che questo bambino avrebbe dovuto dire quelle cose. Preoccupatamente ero molto preoccupato per lui e per l’intera operazione. Ero preoccupato per tutte le persone coinvolte! [Ride] Ma penso che, se non mi sbaglio, in realtà non ha mai detto quelle parole.

PS: mi stavo chiedendo.

TS: sono bella certo che [soprannominato] quelle righe. Avrebbe avuto lati alterni in quei giorni. E sarebbe come, [imita una voce infastidita da ragazzino] “So di avere lati speciali. Fammi vedere. Fammi vedere.” Quindi sapeva cosa stava succedendo, ma non aveva [quelle parti]. E penso che abbiano avuto qualcun altro [dub] in seguito.

PS: Oltre a tutti i dialoghi inquietanti, ci sono anche dei momenti davvero, davvero raccapriccianti. Io, personalmente, sto ancora elaborando la scena del cane.

TS: Oh lo so. Sono con te. Lo so. Suo terribile. E ‘stato brutale

PS: Quindi recitare con un cane morto è così brutto come sembra?

TS: Sì, è stato terribile. È stato orribile. Sì, è stato orribile il giorno in cui io. . . Voglio dire, c’è stato un giorno in cui non sapevo che [quella scena] stesse accadendo. Ho camminato nel trailer del trucco e c’era questa massa di protesi. Non capivo che fosse la protesi di un cane morto. Un cane con sangue su di esso. E sembrava un vero cane morto nel trailer del trucco! È stato orribile. Questo è stato molto sconvolgente. E ‘stato molto spaventoso.

PS: Oh mio Dio. Non posso immaginare.

TS: È stato orribile.

PS: Come spettatore, è sempre così bello vedere un attore che conosci e ami da una cosa – in questo caso, ti ho osservato per sei anni su Orange Is the New Black – abitando un personaggio completamente diverso dal solito . E ‘stato eccitante per te come attrice fare qualcosa di diverso dal giocare a Piper?

“Sono così eccitato di fare qualcosa di diverso. È emozionante per me.”

TS: Grazie mille. Sono così entusiasta di fare qualcosa di diverso. È emozionante per me. E sì, questo è quello che sto cercando. Non necessariamente cose che sono diametralmente opposte allo scopo di essere opposte a Piper, ma diverse da Piper. Solo storie che sono entusiasta di raccontare e registi con cui voglio lavorare e personaggi che sembrano interessanti. Sì, questo è quello che sto cercando.

Leggi anche  Queste piccole abitudini possono aiutarti a perdere peso senza stare a dieta o calpestare i piedi in palestra

PS: Esiste una libertà – l’amaro, sono sicuro – che arriva sapendo che Orange Is the New Black sta per finire e avrai tempo per altre cose in futuro?

TS: Si. È davvero eccitante. Sembra la fine di un’era, come il diploma di scuola o qualcosa di simile a quello. È davvero un grosso problema.

PS: Sì, quando mi stavo preparando per questa intervista, in realtà stavo pensando a me stesso come il mondo sia così diverso da quando Orange è stato presentato per la prima volta. È entusiasmante, come fan dello show, sapere che tutti i membri del cast usciranno e parteciperanno a tutti questi nuovi, meravigliosi progetti. È qualcosa che voi ragazzi avete discusso a tutti voi?

TS: Si. Quello di cui abbiamo discusso e quello che so è che tutti sono così entusiasti delle possibilità che ci sono di fronte. Questo spettacolo ha dato a tutti noi così tante opportunità ed è stata una piattaforma così incredibile. Ma anche con Natasha [Lyonne] andando e facendo Bambola russa, o . . . tutti sono in grado di allargare le loro ali un po ‘adesso. È molto eccitante.

Orange Is the New Black: la trama di 3 modi Piper potrebbe giocare nella stagione 7

PS: Ora che hai fatto questo film dell’orrore, c’è qualcosa in particolare che vorresti fare dopo? Che si tratti di un Rom-com o di un altro film horror o di Broadway. . . qualcosa del genere?

TS: Penso di stare solo cercando una buona storia. Penso che cerco i personaggi che mi interessano, i progetti che mi piacciono e mi circondano di persone che amo.

PS: Hai mai cercato qualcosa in particolare su un film o un programma TV potenziale mentre stai leggendo una nuova sceneggiatura?

TS: Il personaggio e il viaggio. E ora più che mai, sono entusiasta di lavorare con persone davvero fantastiche. Questa è una parte di quello che sto cercando. Sto mirando a cose in cui posso esprimere me stesso e parti di me stesso che le persone potrebbero non aver visto prima. C’è un sacco di lavoro che sento di avere lasciato a fare come attore. E sono entusiasta dell’opportunità di esplorare diverse opzioni, diverse opportunità.

Fonte immagine: collezione Everett