The Act: Ecco cosa sta facendo Gypsy Blanchard nel 2019

Con un cast che presenta Fuga da DannemoraE ‘Patricia Arquette e La cabina dei baciÈ Joey King, di Hulu L’atto getta luce su una delle più strane e tragiche storie di crimini veri di sempre. Intreccia una storia sulla sindrome di Munchausen per procura e omicidio, rivelando come la relazione tossica di Dee Dee Blanchard con la figlia Gypsy Rose sia sfuggita di mano. Il destino di Dee Dee si concluse con una morte orribile, ma sembra che gli Zingari siano iniziati solo dopo la morte di sua madre.

Se non hai già sentito parlare della storia, ecco una breve introduzione ad essa. Dee Dee aveva la sindrome di Munchausen per procura, una condizione rara in cui un genitore o un tutore esagera o induce malattia per attenzione o comprensione. Per anni, ha fatto sottoporre la figlia a trattamenti per malattie come la leucemia, l’epilessia e la distrofia muscolare – oltre a convincere molti che la zingara aveva le capacità mentali di una bambina di sette anni. Per anni, la zingara si sottopose a cure mediche e interventi chirurgici, seguendo qualunque cosa avesse detto sua madre per timore di ritorsioni. Dee Dee aveva anche tenuto una distanza dal suo ex-marito, convincendo Gypsy che a suo padre non importava di lei. La zingara alla fine avrebbe cercato una via d’uscita. Nel giugno 2015, il suo allora fidanzato Nicholas Godejohn ha ucciso sua madre con ferite da taglio multiple perché lei gli aveva chiesto di farlo.

Godejohn si è dichiarato non colpevole, ma alla fine è stato condannato per omicidio di primo grado con una sentenza in vita nel 2018. La zingara sta scontando una pena di 10 anni dopo essersi dichiarata colpevole di omicidio di secondo grado, prestando servizio nel Missouri Chillicothe Correctional Center.

Leggi anche  Questo è il modo migliore per fai da te a pulire un divano (perché sicuramente dovresti)

Ha lavorato al suo GED in carcere fino al 2018. Durante un’intervista con Dr. Phil, lo psicologo della TV aveva chiesto a Gypsy se l’omicidio fosse giustificato.

“No, non meritava quello che è successo” disse Gypsy. “Se mai, meritava di essere dove sono.”

La sua matrigna, Kristy Blanchard, ha detto che Gypsy, che ora ha 27 anni, sta andando bene in prigione. Parlando con HelloGiggles, Kristy ha ricordato che la figliastra ha accennato all’interesse per una professione esperta quando esce dal carcere, probabilmente dalla scuola di cucina o dal lavoro in biblioteca.

“Sta prosperando”, ha detto la sua matrigna in un’intervista a parte Springfield News-Leader. “Non ci sono stati effetti collaterali a lungo termine da tutte le medicine che sua madre le aveva dato, ma ha un buono stato di salute, grazie a Dio – e penso davvero solo a quello che ha fatto è stata la sua crescita”.

Nel 2024, Gypsy avrà diritto alla libertà vigilata, proprio prima del suo 33 ° compleanno. Il tempo trascorso in prigione è stato per lei un periodo di riflessione e riparazione. Nel Mamma morta e carissima, Il documentario della HBO sul suo caso, Gypsy ha detto: “Ricomincio da capo. Sono appena nato.”

Fonte immagine: utente YouTube Dr. Phil