Spider-Man: Into the Spiderverse’s Director termina il suo discorso sulla diversità nel backstage

Anche i registi di Spider-Man: Into the Spider-Verse sono rimasti sorpresi quando il loro film ha portato a casa il premio per il miglior film d’animazione ai Golden Globe Awards di domenica sera. I registi Bob Persichetti, Peter Ramsey e Rodney Rothman salirono sul palco per accettare il premio. Quando Ramsey ha preso il microfono per parlare dell’importanza della diversità (e come Ragnoverso lo incarna), il suo discorso è stato purtroppo interrotto. Fortunatamente, tornato nella sala stampa, gli è stata data una seconda possibilità di parlare dei suoi pensieri e condividere la sua eccitazione.

“Tutti abbiamo sentito profondamente l’idea che chiunque possa avere questo tipo di esperienza: chiunque può condividere questo mito, essere in questo tipo di leggenda, essere questo tipo di eroe”, ha detto Ramsey ai membri della stampa, riferendosi specificamente a Miles Morales , un’adolescente di Brooklyn di razza mista che indossa l’abito sprezzante nel film. “Proprio come Phil ha scritto in quel trattamento: chiunque può indossare la maschera, chiunque è potente.” La frase echi le parole potenti che ha pronunciato alla fine del suo discorso di accettazione: “Qualcuno può essere dietro la maschera, contiamo su di te! Puoi farlo!” Amen! Comunque, torniamo al nostro pianto pianificato più del cammeo di Stan Lee.

Fonte immagine: Getty / Leon Bennett

Leggi anche  Il finale di stagione 3 di This Is Us andrà in onda una settimana più tardi del previsto