Smith sarà nominato per un Oscar dopo il divieto? Ecco quello che sappiamo

In seguito all’incidente dello schiaffo tra Will Smith e Chris Rock agli Oscar del 2022, Smith è stato bandito dagli Oscar per 10 anni. Il divieto segue due settimane di polemiche dopo che Smith ha schiaffeggiato Rock agli Oscar a seguito di uno scherzo sulla moglie di Smith, Jada Pinkett Smith – e poi ha vinto l’Oscar per il miglior attore pochi minuti dopo. Quindi, se Smith viene bandito dagli Oscar per un decennio, ciò significa che il vincitore dell’Oscar appena condotto non sarà idoneo per una nomination durante quel periodo?

Nella dichiarazione rilasciata dall’Accademia di Motion Picture Arts and Sciences (AMPAS), l’Accademia non ha affrontato direttamente l’idoneità di Smith alle nomination agli Oscar durante il periodo del suo divieto. Tutto ciò che è specificamente delineato è che a Smith è vietato partecipare agli Oscar e ad altri eventi AMPA correlati. Secondo gli esperti del settore che hanno parlato in modo anonimo al New York Times, il divieto probabilmente non influirà sulle nomination agli Oscar di ammissibilità di Smith, solo la sua capacità di partecipare agli eventi ufficiali AMPA se nominati. Dal momento che si è anche dimesso volontariamente dagli AMPA, non sarà inoltre più in grado di votare agli Oscar.

Gli effetti più immediati del divieto saranno visti già nel prossimo anno. Tradizionalmente, il miglior vincitore dell’attore dell’anno precedente presenta il miglior trofeo dell’attrice di ogni anno (e viceversa); Quest’anno, Anthony Hopkins, che ha vinto il miglior attore nel 2021, ha consegnato a Jessica Chastain il suo premio per la migliore attrice. In circostanze normali, Smith sarebbe stato invitato sul palco nella cerimonia degli Oscar del prossimo anno per presentare il prossimo premio per migliori attrici, ma sotto questo divieto, qualcun altro dovrà presentare quel premio. Smith recita anche nel prossimo film di Apple “Emancipation”, che ha ottenuto un brusio dei premi estremamente precoci per il prossimo anno. Se “Emancipation” guadagna nomination agli Oscar, Smith non sarà in grado di partecipare alla cerimonia o ad altri eventi ufficiali pre-Oscar tenuti dagli AMPA, anche se si nomina.

Leggi anche  Sì, quello era Blue Ivy, hai visto ballare nella performance degli Oscar di Beyoncé

Mentre molto probabilmente il divieto degli Oscar di Smith non influenzerà ufficialmente la sua ammissibilità, potrebbe influire in modo informale sulla sua probabilità di nominare. Come ogni oscar Watcher sa, “Politicing” è una parte importante della stagione dei premi: convincere gli elettori a prendere atto di un progetto e sostenere, richiede un sacco di abili lavori pubblicitari. Solo il tempo dirà se le persone nell’Accademia supporteranno i progetti di Smith in base al lavoro stesso o se il divieto di Smith verrà preso in considerazione nelle loro decisioni nel prossimo decennio.

Fonte immagine: Getty / Neilson Barnard