Se sei stato sorpreso a vedere la mitragliatrice Kelly nella scatola degli uccelli, non hai prestato attenzione

Se ti stavi chiedendo se Bird BoxFelix (meglio noto come il coglione che ha rubato la macchina) è interpretato da Machine Gun Kelly, la risposta è “sì”. E se sei stato sorpreso di vederlo apparire nel film post-apocalittico e follemente popolare di Netflix, allora non dovresti proprio esserlo. Colson Baker (o Machine Gun Kelly, mentre lavora professionalmente) potrebbe essere meglio conosciuto come rapper di Cleveland, OH, ma ci crediate o no, il 28enne ha in realtà aggiunto al suo curriculum di recitazione per un po ‘di tempo . Infatti, ha fatto il suo debutto nel teatro di recitazione nel 2014 nel dramma romantico Oltre le luci.

Bird Box: Sì, Danielle Macdonald di Dumplin interpreta Olympia e Sì, è meravigliosa

Nel Oltre le luci – che interpreta Gugu Mbatha-Raw, Minnie Driver, Nate Parker e Danny Glover – Machine Gun Kelly interpreta un rapper molto importante di nome Kid Culprit che era solito uscire con il personaggio di Mbatha-Raw (e che cerca di forzare la nascente pop star a rimuovere la sua giacca mentre si esibiscono insieme per rivelare l’abito striminzito che indossa sotto). Nonostante suoniamo un rapper, possiamo assicurarti che l’aggressivo Kid Culprit non assomiglia a MGK nella vita reale. In un’intervista con MTV News, ha spiegato come indossare occhiali da sole lo ha aiutato a entrare nel personaggio. “Non porto mai gli occhiali da sole”, ha detto. “Perché mi sembra che ti nasconda solo dalle persone, e non è così che sono. Ma Kid Culprit si vede soprattutto sopra tutti, ed è quel tipo di ragazzo.” E ha funzionato, visto che MGK interpreta un antagonista che volevamo dare un pugno in faccia alla fine del film.

Leggi anche  Un uomo legato a una sedia a rotelle si mise in piedi per ballare con la sua sposa nella maniera più unica, a cuore a galla immaginabile

Dopo Oltre le luci, ha continuato a comparire in diversi altri film, tra cui Punk’s Dead (il seguito del 1998 SLC Punk!), Nervo (che interpreta Emma Roberts e Dave Franco), horror fantascientifico Virale, e La terra (dove è stato anche co-produttore esecutivo). Sul piccolo schermo, MGK ha avuto un ruolo ricorrente nella sfortunata serie drammatica di Showtime Roadies come Wesley “Wes” Mason, un ex roadie dei Pearl Jam e conoscitore di caffè espresso.

Durante un’intervista con Collider, MGK ha spiegato il processo dell’audizione (dove ha dovuto mandare un nastro di se stesso che piangeva dopo essere stato licenziato da Pearl Jam) e la mossa “balbettante” che aveva fatto quando erano trascorsi cinque mesi senza sapere se avesse o meno ottenuto il ruolo: chiamare il direttore del casting Gail Levin alla vigilia di Natale e consegnare un monologo sui Nirvana non importa album. Fortunatamente, la chiamata è stata pagata e MGK ha ottenuto la parte.

Per quanto riguarda il motivo per cui si è ramificato in recitazione, ha spiegato MGK Collider che ha sempre sentito di avere carisma davanti alla macchina da presa, sin da quando era un bambino a girare acrobazie con i suoi amici. “Ora, sto cercando un ruolo che renderà l’industria cinematografica e la community davvero impressionate dal fatto che sono uscito così bene dal mio elemento per quel ruolo”, ha detto. Fortunatamente, MGK ha già in programma alcuni progetti futuri. Nel biopic di Mötley Crüe La sporcizia (che debutterà su Netflix il 22 marzo), reciterà nei panni di Tommy Lee al fianco di Douglas Booth, Iwan Rheon e Daniel Webber. Anche lui apparirà nella commedia Big Time Adolescence al fianco di Pete Davidson e del thriller di fantascienza Captive State, venire ai cinema il 29 marzo.

Leggi anche  Whoopi Goldberg svela la sua esperienza di pre-morte con la polmonite

Fonte immagine: collezione Everett