Questo è ciò che è come avere un matrimonio a distanza

Non sceglierei mai un matrimonio a lunga distanza. Ma io sono in uno, e non c’è una fine in vista. A causa del lavoro, io e mio marito viviamo in tutto il paese gli uni dagli altri. Sono in uno stato che alleva i nostri quattro figli, mentre lui è in un altro che ci sostiene. Ci vediamo solo durante i fine settimana e rimaniamo in contatto tramite SMS e chat telefoniche veloci; siamo entrambi troppo occupati per sederci e dire “Ti amo di più” per ore e ore. Se sono onesto, stare in un matrimonio a lunga distanza fa schifo. Ma in qualche modo, le molte miglia che trascorriamo a parte regolarmente ci hanno avvicinato.

Se sono onesto, stare in un matrimonio a lunga distanza fa schifo.

Non avrei mai immaginato di vivere separatamente dall’uomo che ho sposato più di dieci anni fa. Siamo una coppia molto unita che fa tutto insieme. Guardiamo gli stessi programmi televisivi e andiamo a letto allo stesso tempo. Nei fine settimana raramente facciamo le nostre strade separate, facendo anche commissioni come famiglia. Socializziamo con altre coppie, non in gruppi di uomini o donne. Naturalmente, la nostra preferenza per l’unità non significa che non litighiamo mai o che non abbiamo alcun problema. Come ogni coppia sposata, a volte abbiamo litigi su questioni sia grandi che piccole. Ma posso contare su un lato il numero di volte in cui uno di noi ha dormito sul divano negli ultimi 11 anni. E la quantità di notti trascorse a parte era altrettanto piccola, fino a sette mesi fa.

21 lezioni di matrimonio dai miei nonni di 80 anni ancora innamorati

Leggi anche  Il Trono di Spade: abbiamo bisogno di un momento per elaborare quel sorprendente confronto con Jaime

È allora che la nostra situazione di vita è cambiata. Mi piacerebbe dire che sta diventando più facile stare separati giorno dopo giorno, notte dopo notte, ma non è proprio vero. Dire addio a mio marito nella notte di domenica mi fa ancora male ora come all’inizio. So che sarà un’altra lunga settimana di genitori soli con quattro piccoli, senza alcuna interruzione. Ci sono momenti in cui è lontano che mi abbatto e piango per pura sfinimento. Ma addormentarsi da solo è la parte peggiore. Questo è quando mi sento solo e spaventato. Grazie al cielo per un sistema di allarme di fantasia e vicini fantastici.

Ci sono molti altri momenti pessimi. Finisco per sentirmi molto risentito, anche se so che mio marito deve lavorare e gli piacerebbe stare con me se potesse. Semplicemente non posso fare a meno di sentirmi carico del peso di prendersi cura dei nostri bambini e la casa cade su di me. Ultimamente, ho fatto cose che mio marito ha sempre gestito in passato, come cambiare la batteria del rilevatore di fumo e affrontare i problemi della macchina. Quando sorgono problemi e lui non è qui per aiutare, mi manca la nostra collaborazione. Sì, è lì per sostenermi, ma solo virtualmente. E non siamo bravi al telefono. È una sfida rimanere connessi e non sentirsi condurre vite separate. Il venerdì, quando torna a casa, di solito abbiamo avuto almeno un combattimento, e io non sono sempre tra le sue braccia.

5 cose che ho imparato quando ero pronto a rinunciare al mio matrimonio

A volte lo faccio, tuttavia, ed è qui che entra in gioco la parte divertente di una relazione a distanza. Essere separati ha riconfermato quanto ci amiamo e, quando siamo insieme, non diamo per scontato. Siamo più affettuosi perché siamo così grati di essere nello stesso posto, e anche il sesso è migliore.

Leggi anche  I miei genitori hanno divorziato da quando avevo 35 anni - ed era ancora davvero fottutamente doloroso

Il più grande ostacolo che stiamo lavorando per superare è come rimanere in contatto e comunicare efficacemente durante la settimana. Abbiamo imparato che i messaggi di testo funzionano meglio delle chat al telefono. Sappiamo che, mercoledì, le emozioni stanno andando a gonfie vele e dovremo fare uno sforzo in più per essere pazienti l’uno con l’altro. Ma un matrimonio a distanza è nuovo per noi, ed è un work in progress. Spero che diventeremo più bravi ma, allo stesso tempo, spero che non dovremo farlo ancora per molto.

Se mi avessi chiesto se mi sarei mai aspettato di restare da solo dopo essermi sposato, avrei risposto di no. È difficile non sentirsi come andare a letto da soli la maggior parte delle notti non è come dovrebbe essere il matrimonio. Ma poi di nuovo, il matrimonio consiste nel rimanere insieme attraverso qualsiasi cosa, non importa cosa, ed è quello che stiamo facendo. Amo mio marito più che mai. E mi manca.

Fonte immagine: Unsplash / valentinantonucci