Preparati a segnare il consiglio di auto-cura di 2 Dope Queens e rivisitarlo sul quotidiano


Phoebe Robinson e Jessica Williams potrebbero dire addio a 2 Dope Queens dopo la sua prossima seconda stagione, ma stanno facendo tutt’altro che scomparendo. Il duo, che ha fatto il giro del loro popolare podcast per una serie di speciali della HBO, sta portando a termine il progetto dopo la sua seconda stagione per una buona ragione: sono troppo maledettamente occupati con i loro vari libri, i loro concerti televisivi e ruoli cinematografici . (In effetti, l’ultimo film di Jessica Animali corporativi sta facendo il suo debutto al Sundance Film Festival.)

Abbiamo incontrato Jessica e Phoebe a un brunch della HBO in loro onore al Sundance di domenica, dove abbiamo anche assistito a una tavola rotonda tra la più stupida delle donne e la commentatrice politica della CNN Angela Rye. La giuria ha coperto di tutto, dall’intreccio e al beatboxing a Michelle Obama – un ex ospite del podcast – che Jessica ha detto “era molto idratata, la sua pelle era come mmmmmmm, come quando morditi le igname candite e sei tipo” sono fantastici.'”

Parlando di donne in politica, è stato un giorno notevole nelle notizie, con il senatore Kamala Harris che ha ufficialmente dato il via alla sua campagna presidenziale. Durante la sua conversazione con Jessica e Phoebe, Angela si è interrogata sul sessismo e il razzismo che abbiamo già visto fare a Harris.

“È stato molto interessante per me vedere il numero di nemici che lei aveva appena fuori dal cancello e un sacco di cose che non erano nemmeno basate su informazioni reali”, ha detto Angela. “Quanto hai paura che tutti quelli non stiano facendo le loro ricerche e scoprendo cosa è reale e cosa non lo è? Non significa che le persone non meritano di essere criticate, tutti noi. Ma le persone devono essere criticate i fatti.”

Phoebe ha risposto: “Penso che tanto quanto i liberali significano veramente bene e vogliono davvero rendere le persone responsabili, penso che molte volte ci sia una rapidità nel tipo: ‘Se non sei perfetto, sei cancellato'”. Quella rivelazione pertinente è stata solo una delle tante che abbiamo ascoltato domenica pomeriggio – continuate a leggere per la nostra conversazione con Phoebe e Jessica sul self care, #metoo e suonare il flauto con Lizzo.

Leggi anche  Il commerciante Joe's ora vende l'aceto di sidro di mele frizzante - diciamo che 5 volte è veloce

PS: La prossima stagione di 2 Dope Queens sarà la tua ultima, e avrai una fantastica schiera di ospiti: Lupita Nyong’o, Daniel Radcliffe, Lizzo, Janet Mock, Keegan Michael-Key. . . Hai pensato ‘Ok, questa è la nostra ultima stagione. Vogliamo davvero realizzare XYZ, ‘o’ Vogliamo davvero coinvolgere questa persona ‘?
JW: Sapevamo che volevamo solo avere degli spettacoli davvero buoni. Abbiamo cercato di fare tutto ciò che abbiamo fatto nella prima stagione, ma portarlo al livello successivo. Abbiamo cercato di assicurarci di mantenere e onorare cosa 2 Dope Queens è sempre stato – anche in forma di podcast al WNYC – pur avendo anche un set diverso, lavorando con nuovi fumetti e ricevendo tutti questi ospiti che amiamo. Abbiamo davvero cercato di assicurarci che ci stessimo ancora divertendo.

PR: Sì, è stato davvero bello e penso che il pubblico fosse davvero entusiasta. Stagione uno, stai facendo HBO – vuoi solo assicurarti di non rompere la cosa – e ora siamo in un posto dove siamo, HBO si fida di noi, abbiamo avuto un ottimo primo quattro episodi, quindi facciamolo basta andare con i temi, il guardaroba, gli ospiti. Penso che l’intervista a Lizzo sia stata così divertente. Ha una grande energia.

PS: C’è qualche fluting reale che si verifica? Fluting un verbo? Non lo so.
PR: Si! Abbiamo fatto qualche flauting? Qualche flauto? E ‘stato bello avere questa festa davvero divertente.

PS: Siete entrambi stati davvero aperti sul fatto che state manipolando un sacco di progetti e siete entrambi super occupati, motivo per cui state salutando. Una delle cose che i miei colleghi e io volevamo sapere è se hai in mente qualche buon consiglio per la cura di sé.
PR: Le mie due cose sono, in primo luogo, mi piace l’allenamento. So che suona zoppo, ma è davvero buono. Se stai guidando una bicicletta, è come, non sono al telefono, non sto scorrendo Instagram, non sto parlando con un amico, quindi puoi davvero concentrarti su quello. Ho anche fatto un sacco di cose caritatevoli, perché penso che l’autocura sia grande per ricaricare le batterie, ma è anche bene mettere quell’energia verso qualcun altro – una persona che ne ha davvero bisogno. Quindi ho lavorato molto con [pane e acqua?] Puoi fare volontariato in una mensa per zuppe o altro. Restituire ci fa sentire come una comunità, perché la tecnologia ci ha separati in molti modi, e così facendo questo tipo di cose ti ricorda che siamo tutti coinvolti in questo insieme. Siamo tutti una famiglia.

Leggi anche  Quando arriva alla perdita di grasso, uno studio dice che HIIT batte cardio esattamente per questo

JW: Sicuramente quello che ha detto Phoebe. Adoro la terapia, quindi vado in terapia una volta alla settimana. Anche quando sono in viaggio, faccio ancora le sessioni telefoniche. Penso che siano anche gli hobby a darti gioia. Faccio ceramiche, dipingo. E restare attivi. Amo la boxe, quindi ho un bel po ‘di box. Ho l’endometriosi, che non è stata eccezionale, ma mi ha davvero costretto a fermarmi a riconsiderare ciò che è veramente la mia cura di sé. Quindi, dovevo fare cose come guardare quello che ho mangiato e mangiare meno soia, ed essere sicuro di non picchiarmi per il modo in cui il mio corpo si sente quel giorno. E anche per prendere tempo con gli amici. Questo è molto importante: l’amicizia con persone che ti capiscono davvero e ti stringono forte.

PS: Phoebe, hai recentemente fatto un video su Instagram di uscire da un set di un club quando hai scoperto che c’era un accusatore accusato sul conto. E abbiamo visto altri ragazzi nella commedia provare a mettere in scena un ritorno come, cinque minuti, dopo che sono stati accusati. Pensi che la commedia come uno spazio sia stata particolarmente resistente a #MeToo?
PR: Penso che sia solo più che, nei club di cabaret, non ci sono risorse umane. Non è stato annunciato. Il club lo ha prenotato – la persona che gestiva lo spettacolo non lo ha prenotato. Ho visto che lui era lì e io ero proprio così, questo non mi sembrava giusto. E penso che se non vogliamo esibirci con predatori e abusatori sessuali, dobbiamo anche prendere posizione per essere, beh, non farò lo spettacolo.

Leggi anche  Chadwick Boseman rivela ciò che ancora non abbiamo afferrato completamente sulla pantera nera

Le persone erano come, “Aw, fa schifo che hai perso il palco!” Non l’ho fatto perdere tempo di scena. Questo è più grande della commedia. Tutti, ovviamente, devono prendere le proprie decisioni. Ma per me, non mi sento a mio agio sul palco con un presunto stupratore. Questo non è proprio quello che mi interessa. Penso che sia irrispettoso verso i membri del pubblico che non sapevano che stava accadendo, è irrispettoso verso le vittime di violenza sessuale, ed è irrispettoso verso gli altri fumetti della formazione. Era proprio quello che sentivo in quel momento. Ero come, non devo partecipare a questo … penso in generale perché non c’è HR, è difficile. Le persone sono come, non devo fare la cosa giusta. Posso solo inseguire i soldi, o questo è il mio amico, o lo ho perdonato, o qualunque sia il caso. Penso che sia ciò che rende difficile per il mondo della commedia essere come, questo è inaccettabile. Perché è solo il selvaggio west selvaggio in molti modi.

Jessica Williams: Ottimo film, anche. [ride]

2 Dope Queens è tornato su HBO l’8 febbraio con l’ospite Lupita Nyong’o.

Stella Artois e Women in Film hanno contribuito al viaggio e al pernottamento nel 2019 Sundance Film Festival

Fonti di immagini: Getty / Michael Loccisano per HBO e fafaq Photography