Perché il versetto della Bibbia “Geremia 11:11” è così importante per noi di Jordan Peele

Una volta i crediti per Jordan Peele Noi Inizia a rotolare, probabilmente scoprirai che la tua testa sta turbinando con innumerevoli domande. Senza rovinare nulla, il finale è pazzesco (e decisamente vago). In effetti, gli unici incubi che penso avrò riguardano tutte le domande senza risposta con cui Peele mi lascia. (Ho bisogno di saperne di più sull’origine del Tethered, OK?) Ma per fortuna c’è una domanda relativamente semplice che posso rispondere per tutti noi senza bisogno di un dottorato di ricerca. in temi inebrianti sul libero arbitrio, il destino, l’identità e la paura innata dell’essere umano nei confronti dell’Altro: cosa dice il passo biblico “Geremia 11:11”?

Avvertenza: SPOILERS per Noi sono sotto!

I 16 riferimenti più straordinari della cultura pop e le uova di Pasqua in Giordania Peele’s Us

Questo specifico versetto biblico appare due volte in Noi. La prima volta è in un flashback, quando vediamo il personaggio di Lupita Nyong’o, Adelaide, che passeggia nel parco con i suoi genitori nel 1986. Dopo che lei si allontana da loro, la piccola Adelaide passa davanti a un senzatetto che tiene in mano un cartello di cartone con il verso scritto su di esso in un pennarello. La seconda volta che il verso si avvicina è durante la rivolta di Tethered decenni più tardi. Lo stesso senzatetto, ora molto più vecchio, è stato assassinato dal suo doppelgänger, che da allora ha abbandonato il segno per incidere “11:11” direttamente sulla sua fronte. (Uh, suppongo che si risparmia sulla carta?) Procede a stare in piedi sulla spiaggia, fissando l’oceano con uno sguardo di trionfo (o di pace, forse?) Mentre il sangue gli cola sul viso e sulle mani.

Leggi anche  I perfezionisti: l'attore che interpreta il papà di Ava in questo film sul canale Disney

Ma torniamo al versetto stesso: in generale, si riferisce all’avvertimento di Dio rivolto al popolo ebraico che gli volterà le spalle se continuano ad adorare falsi idoli. Secondo la versione di Re Giacomo della Bibbia, si legge:

Perciò, così dice il Signore: Ecco, io porterò su di loro il male, che non potranno scampare, e sebbene mi gridino, non darò loro ascolto.

Per quanto riguarda il motivo per cui Peele l’ha incluso, il versetto potrebbe essere visto come un avvertimento dai Tethered che stavano per “portare il male” sulle persone in superficie, che consideravano non meritevoli dei loro privilegi. Red, il clone di Adelaide, è impazzito dal suo desiderio di vendetta, e afferma esplicitamente che non pensa che la gente sopra meriti la salvezza.

Ma c’è anche un altro elemento da “11:11” che dovrebbe essere preso in considerazione. Il numero compare di nuovo in altri punti del film, come quando Jason indica l’ora ad Adelaide su un orologio nella sua camera da letto proprio mentre l’elettricità si spegne nella loro casa ei loro malvagi doppelgänger attaccano. I numeri sono anche immagini speculari l’una dell’altra, il che potrebbe essere un’ulteriore enfasi sull’importanza dei duplicati nel film.

Fonte immagine: collezione Everett