Perché il nuovo anno non mi rinfresca, ma F? Cking mi scarica

Cosa c’è di più scoraggiante del pensare che ci sono 12 mesi davanti a te, pieni di trionfi e vittorie personali che devi ancora scoprire, insieme al duro lavoro e alle sfide che devi ancora affrontare? Per me, non molto.

Quando un anno nuovo gira, tipicamente, sono (segretamente) sopraffatto, probabilmente malato, angosciato, gelido perché non fiorisco davvero in inverno (è difficile sentirsi eccitato quando è sempre buio fuori), e pieno di obiettivi che si sentono ridicoli quando riesco a malapena a pensare una settimana avanti senza sentirmi completamente esausto.

Sono un convinto sostenitore degli obiettivi, e poiché gli obiettivi che mi sono prefissato sono realizzabili e inserisco veramente il lavoro, tendo a realizzarli. Generalmente sono molto motivato e continuo a spingere me stesso per essere una persona migliore, ma c’è qualcosa nel fissare questi obiettivi non appena inizia un nuovo anno che sembra troppo. Non mi metto al lavoro pronto per nuove sfide dopo una “pausa rinfrescante”, anche se ho avuto tempo di qualità con amici e familiari che ho davvero apprezzato e apprezzato. Sono più propenso a entrare nel mondo del lavoro chiedendomi come potrei fare un cambiamento positivo per me stesso – e per il mondo che mi circonda – nell’anno a venire.

Anche se potrebbe sembrare travolgente, continuo a credere che per me, fare delle risoluzioni per l’anno a venire sia importante perché sono una persona orientata agli obiettivi, ma sono venuto a chiedermelo, quindi se le mettessi in una brutta copia fino ad aprile? Fintanto che non è dannoso per me stesso o per i miei progressi, ho trovato che le intenzioni di impostazione a volte possono essere altrettanto efficaci che raggiungerle.

Leggi anche  Le foto senza maglietta di Zac Efron con suo fratello ci fanno improvvisamente sentire molto assetate

Se vuoi fare delle risoluzioni, bene. Se non lo fai, allora non farlo. Se vuoi fare secco gennaio, bello. Se non lo fai, allora bevi tutto il vino che vuoi. E se non hai voglia di reinventarti non appena arriva un nuovo anno, allora non farlo. Non c’è una regola che dice che il 1 gennaio è l’unica volta in cui puoi ricominciare da capo.

Se ti trovi in ​​una situazione simile, smetti di fare tanta pressione su te stesso. Se anche voi vi aspettate con la pianificazione del pasto, avendo una motivazione interminabile al lavoro dal 2 gennaio in poi, tornando all’esercizio, mantenendo relazioni e una buona vita sociale, oltre a mantenervi in ​​perfetta salute (che dovrebbe essere all’inizio di questa lista, forse dice molto che è alla fine), dare una pausa al tuo vecchio piccolo. Mentre è bello per coloro che si sentono riposati nel nuovo anno, mi trovo semplicemente a sentirmi esausto, e va bene.

Fonte immagine: Unsplash / Kevin Grieve