Netflix ha ufficialmente rinnovato l’educazione sessuale per una seconda stagione

Se non hai ancora avuto la possibilità di guardare Netflix’s Educazione sessuale, quindi allarme spoiler: è delizioso.

La serie, presentata per la prima volta l’11 gennaio, è perfetta per gli amanti degli spettacoli coming-of-to-like Grande bocca o il classico di culto Maniaci e disadattati. Nel corso di otto episodi, un gruppo di adolescenti inglesi, guidati da Otis Milburn (Asa Butterfield), socialmente imbarazzante, e malinteso Maeve (Emma Mackey), partì per creare una clinica sessuale sotterranea per i loro compagni di scuola delle superiori. Quando si mescolano la regina lei stessa, Gillian Anderson, come Jean, una terapista del sesso che sembra essere la madre più grande della vita di Otis, le cose iniziano a diventare davvero interessanti.

Netflix descrive la drammaticità come una “rappresentazione moderna di esperienze sessuali e romantiche, di amicizie e vita contemporanea di giovani adulti” e una “lettera d’amore britannica alla classica storia del liceo americano”, e non sorprende che sia già abbastanza popolare. Quindi, la stravagante commedia britannica tornerà per una seconda stagione o no?

Gillian Anderson di Sex Education svela la sua storia del sesso più imbarazzante, ed è un doozy

Si lo farà! Netflix ha appena annunciato che la produzione di una seconda stagione inizierà in primavera, e tutti i principali membri del cast stanno tornando. Ci sono un sacco di motivi per cui una seconda stagione ha un senso. Per i principianti, il primo episodio stagionale parte con il futuro di Maeve sulla linea e vede Adam (Connor Swindells) dirigersi verso la scuola militare dopo essersi unito ad Eric. Oltretutto, Otis ha superato la sua paura della masturbazione! Come possiamo andare avanti con le nostre vite senza sapere cosa succede loro ?!

Leggi anche  Noi: Stai pensando di restare per una scena postcredit? Leggi questo prima

Educazione sessuale è stato elogiato dai fan per il suo approccio franco al sesso e alla sessualità, così come tutti i momenti imbarazzanti che vanno di pari passo con questi temi. Le persone sono anche a bordo per la sua rappresentazione LGBTQ + e il modo in cui si avvicina a soggetti spinosi come la mascolinità tossica, la salute mentale, il razzismo e il consenso, il tutto mantenendo un forte senso dell’umorismo.

Ci assicureremo di aggiornare questo post quando saranno disponibili ulteriori dettagli, incluso dove trovare tutti gli abiti che Jean indossa durante la stagione. (Cosa? Sono iconici.)