Mio figlio non è pronto per l’asilo, ma lo sto mandando comunque

Tra meno di un mese, mio ​​marito e io registreremo nostro figlio per l’asilo. Ha compiuto 5 anni alcune settimane fa, rendendo la data limite di ben sette mesi, il che in teoria dovrebbe significare che è completamente pronto per iniziare la “vera” scuola. In realtà, è lontano da questo. Conosce una lettera (“S”, che è la prima lettera di entrambi i suoi nomi e cognomi), sembra totalmente disinteressata a qualsiasi cosa anche vagamente accademica, e dice che la sua parte preferita della sua scuola materna di quattro mattini è la merenda . Eppure, trattenerlo per un anno non mi è passato per la testa nemmeno per un minuto.

Questo fatto non sorprende nessuno più di me. Vengo da una lunga fila di smarty-pantses, e stare bene a scuola è un tratto distintivo che speravo di trasmettere ai miei figli. Conto ancora la mia esperienza all’asilo, durante la quale sono stato spostato in una classe di lettura di prima classe per una parte della giornata, come una delle esperienze più formative della mia vita, quella che ha plasmato il mio amore per l’apprendimento e la scuola in generale. Io, forse più di chiunque altro io conosca, credo nell’importanza a lungo termine del successo dell’asilo.

Dovrà imparare ad adattarsi, lavorare e sforzarsi da solo, e voglio che si senta sicuro della sua capacità di fare tutte queste cose.

E poi c’è la sorella maggiore di mio figlio, che ha iniziato la scuola materna due anni e mezzo fa, già conoscendo il suo alfabeto a ritroso e in avanti ed essendo sulla buona strada per imparare a leggere. Sapevo che avrebbe distrutto la scuola. Ma nonostante abbia controllato ogni scatola per “prontezza”, ha ancora lottato con il super tempo di sveglia mattutino, le lezioni di tutti i giorni (più di 25 parole a vista al mese!) E i compiti che doveva completare ogni notte.

Leggi anche  Anche Gwyneth Paltrow ha un tempo difficile con i prodotti Goop in questa sorpresa SNL Aspetto

In che modo suo fratello, che è balzato indietro dove era alla sua età, sta andando a prosperare nello stesso ambiente? La risposta è, naturalmente, che potrebbe non farlo, e io sto bene con quello. Inoltre, credo che sia il mio lavoro come genitore essere OK con esso.

Certo, una parte di me vuole tenere la sua mano per tutta la sua vita, aprendo la strada per il successo e la facilità. Trattenerlo per un altro anno farebbe proprio questo. Ma in fondo so che coccolarlo e scegliere il percorso più chiaro e posizionarlo su di esso non garantirà la sua felicità futura e, di fatto, probabilmente avrebbe funzionato contro di esso. Durante la sua vita, inevitabilmente sperimenterà sfide, difficoltà e lotte che non sarò in grado di aggiustare per lui. Dovrà imparare ad adattarsi, lavorare e sforzarsi da solo, e voglio che si senta sicuro della sua capacità di fare tutte queste cose. L’asilo è la sua prima prova, la sua prima lezione.

Aww! Questi bambini della scuola materna hanno appreso “buon compleanno” nella lingua dei segni per sorprendere un non udente custode

Sarò sempre lì per sostenerlo, per lavorare con il suo insegnante per farlo scovare e per ottenere qualsiasi aiuto extra accademico di cui potrebbe aver bisogno. Sarò lì per dirgli che sì, l’apprendimento può essere difficile e, ammettiamolo, meno divertente del giocare con i suoi Lego e personaggi d’azione preferiti, ma anche le sfide sono importanti. E spero che un giorno troverà lo stesso amore per l’apprendimento che ho fatto, anche se non gli è naturale per lui come per me. E se non è così, rispetterò che è la sua stessa persona con le sue stesse passioni, e sosterrò anche quelle.

Leggi anche  Questo rompicapo di San Valentino è così sconcertante che potrebbe spezzare il tuo cuore

Nulla è più difficile di un genitore che buttare il bambino in una piscina proverbiale, sperando e pregando che non affondino, ma farlo dimostra a quel bambino che credi nella loro capacità di nuotare e continuare a nuotare per il resto della loro vita. Ed è quello che spero che mio figlio impari davvero all’asilo. Anche se leggere sarebbe fantastico, anche.

Fonte immagine: Pexels / Đàm Tướng Quân