Mentre la dieta Keto può aiutarti a perdere peso, ecco 4 motivi per cui dovresti smettere

Non c’è dubbio che la dieta chetonica è ancora in aumento in popolarità, anche se gli esperti avvertono che il piano basso contenuto di carboidrati e grassi non è alla portata di tutti e potrebbe persino danneggiare il tuo cuore. Mentre molte persone hanno riscontrato successo con la perdita di peso con keto, ci sono segnali da tenere sotto controllo che potrebbero significare che è ora di smettere. Qui ci sono quattro bandiere rosse, direttamente dai professionisti della nutrizione.

1. Stai perdendo peso troppo velocemente

Gli esperti raccomandano di perdere solo da 1 a 2 sterline a settimana. “Se stai perdendo peso troppo velocemente, è probabile che ti riprenderai il peso quando tornerai a mangiare i tuoi cibi normali”, ha detto a Fafaq Sandra Arevalo, RD, portavoce dell’American Academy of Dietetics and Nutrition. “Potresti anche privarti di cibi che non solo hanno un buon sapore ma sono anche buoni per te.” Ha spiegato che le carenze di minerali e vitamine possono essere comuni nella dieta keto.

I pro ei contro di Going Keto

2. Hai avuto l’influenza Keto per troppo tempo

La cheto-influenza – che può includere mal di testa, nebbia cerebrale e stanchezza – è uno dei peggiori effetti collaterali della dieta keto. Di solito prende il via da due a tre giorni e può durare fino a due settimane. Più a lungo, e dovresti essere preoccupato.

“Keto influenza è un segno nefasto, è il tuo corpo che comunica a voi che qualcosa è terribilmente sbagliato”, ha detto Monica Auslander Moreno, RD, consulente nutrizionale per RSP Nutrition. “Questi tipi di sintomi dovrebbero essere un messaggio forte e chiaro per fermare una dieta cheto e riprendere il normale, equilibrato mangiare”.

Leggi anche  Ho provato la dieta Keto e ne odiavo ogni secondo

3. Sei stato a lungo sulla dieta Keto

Una dieta keto a lungo termine può avere effetti profondamente negativi sulla salute. “La mancanza di diverse fibre prebiotiche da alimenti scomunicati come fagioli, patate e frutta può causare un ambiente microbiotico disturbato, che può influire su tutto, dall’immunità alla motilità intestinale e alla digestione”, ha detto Monica Fafaq. “E vediamo spesso elevati enzimi epatici, un segno di disfunzione epatica, in diete keto prolungate, così come indicatori di malattie cardiovascolari, come i trigliceridi elevati o ipercolesterolemia.”

Cosa è successo quando sono andato Keto per 30 giorni – e poi sono uscito

4. Hai già problemi di intestino

“Qualcuno con la sindrome dell’intestino irritabile (IBS) sarebbe sicuramente a rischio di problemi digestivi ancora peggiori a causa dell’ingestione squilibrata delle fibre e della mancanza di diversità che normalmente contribuiscono alla salute dell’intestino”, ha detto Monica.

Fonte immagine: Getty / Claudia Totir