Lorena Bobbitt è cresciuta un bel po ‘dal suo infame processo negli anni ’90

Grazie ai nuovi docuseries Lorena, il famigerato processo di Bobbitt è tornato in prima pagina, più di 25 anni dopo che Lorena Bobbitt ha interrotto una parte particolare dell’anatomia di suo marito, provocando un paio di prove che hanno affascinato la nazione negli anni ’90. Ora che sono passati tanti anni, dov’è Lorena (foto sopra al Sundance Film Festival nel 2019) ora, e che cosa ha fatto negli anni da quando questo vero caso di crimine è stato ingannato?

Dopo che il suo processo si concluse con un verdetto di non colpevolezza a causa della pazzia temporanea, Lorena fu inviata per una valutazione psichiatrica di 45 giorni. Il periodo di valutazione andava e veniva, non era considerata un pericolo per se stessa o per altri, ed è stata rilasciata per cercare di ricostruire la sua vita dopo essere stata al centro di un sanguinoso caso tragicomico che ha catturato l’attenzione di un intero paese. In un’intervista con Vanity Fair, Lorena spiega di aver preso in considerazione l’idea di lasciare il paese e di tornare dalla sua famiglia in Venezuela, ma alla fine ha deciso di non farlo e ha invece finito il processo di cittadinanza.

“Potrei tornare in Venezuela e ai miei genitori, ma voglio che i miei genitori vengano qui per una vita migliore, non ho nulla, ma ho ancora il mio sogno americano”, ha spiegato. Mentre il resto della sua famiglia ha lavorato anche per la cittadinanza americana, lei li ha supportati lavorando come assistente e in un salone di bellezza. Anche se ha ricevuto diverse offerte per capitalizzare il suo alto profilo, ha rifiutato, preferendo rimanere fuori dai riflettori – anche quando Playboy Le ho offerto $ 1 milione per fare un servizio fotografico nudo.

Leggi anche  The Prodigy's Taylor Schilling su Creepy Kids, Horror's Dog Problem e Leaving OITNB dietro

8 nuovi e tornanti spettacoli di vero crimine che metteranno il tuo cervello in luoghi oscuri e profondi

“Sai quanto un milione di dollari avrebbe aiutato? Ma ho difeso le mie convinzioni, la mia integrità, il mio cattolicesimo”, ha detto Vanity Fair. Invece, tornò a scuola, dove incontrò David Bellinger, che sarebbe diventato il suo secondo marito e il padre di sua figlia, Olivia.

Ancora più importante, Lorena rivolse la sua attenzione a cause di violenza domestica. Durante l’infame processo, ha affermato che il suo allora marito John Bobbitt era fisicamente ed emotivamente offensivo nei suoi confronti e l’aveva violentata prima che lei lo attaccasse. Ha subito il suo processo per stupro, ma è stato assolto. Nel 2007, Lorena ha fondato la Red Wagon di Lorena, ora conosciuta come la Fondazione Lorena Gallo.

“Una delle mie missioni è quella di educare il pubblico e le giovani donne sulle bandiere rosse nel frequentare un molestatore.Vado alle università e parlo con le sorellanze.Poiché sono andato in Tennessee per fare un simposio in una scuola di legge, la legge deve essere stringere molto di più per proteggere le donne, per proteggere la vittima: ci devono essere più condanne per i tossicodipendenti, dobbiamo avere un controllo su chi può possedere armi da fuoco, ci sono ancora molte lacune da chiudere ” detto Tempo in un’intervista del 2018.

“Sono volontario nei centri di accoglienza locali per le vittime di violenza domestica nella Virginia del Nord. Sono un facilitatore, non sono un medico, non sono uno psicologo, ma insegniamo loro a stabilire dei limiti, così alla fine finiscono per capire la risposta da soli “, ha continuato. La fondazione lavora con le donne in situazioni abusive, oltre a sostenere su una scala più ampia.

Leggi anche  I fan pensano che Lana Condor potrebbe lavorare a un nuovo progetto dopo essere stata avvistata a Vancouver

“Non voglio vedere passare altri 25 anni e non essere in grado di proteggere di più le donne”, ha ribadito in lei Tempo colloquio. Dopo il suo calvario e il tempo sotto i riflettori, si accontenta di stare alla larga dalla fama e concentrarsi sul fare un vero cambiamento.

Fonte immagine: Getty / David Becker