L’Empire Star Jussie Smollett è stato arrestato dopo aver segnalato un falso rapporto di polizia

Jussie Smollett è stato arrestato mercoledì dopo aver segnalato un rapporto falso della polizia. Giovedì, Anthony Guglielmi, responsabile delle comunicazioni della polizia di Chicago, ha confermato che l’attore dell’Impero è “in arresto e in custodia di detective”. Tom Ahern, vicedirettore di notizie e comunicazioni per la polizia di Chicago, ha anche aggiunto che Jussie si trova di fronte a una “accusa di crimine di classe 4 (punibile fino a 3 anni di prigione) per condotta disordinata nel rapporto della polizia falsificante”. L’attore si è presentato giovedì mattina.

L’arresto di Jussie arriva dopo aver affermato di essere stato attaccato in un evidente reato di odio il 29 gennaio a Chicago. L’attore 36enne ha affermato che stava lasciando un ristorante quando due sospetti si sono avvicinati a lui urlando insulti razzisti e omofobi, gli hanno dato un pugno, gli hanno versato una sostanza chimica sconosciuta e gli hanno avvolto una corda intorno al collo. Il 1 ° febbraio, l’attore ha rilasciato una dichiarazione ringraziando i suoi fan e costar per il loro sostegno aggiungendo: “Sto lavorando con le autorità e sono stato al 100% fattuale e coerente a tutti i livelli, nonostante le mie frustrazioni e la profonda preoccupazione per certe inesattezze e false dichiarazioni che sono stati diffusi, continuo a credere che la giustizia sarà servita “.

Durante un briefing tenutosi giovedì, la polizia di Chicago ha dichiarato che il Impero star ha coreografato la “trovata pubblicitaria” perché era “insoddisfatto del suo stipendio”. Il capo della polizia di Chicago Eddie T. Johnson ha detto che Jussie ha pagato Olabinjo e Abimbola Osundairo $ 3,500 per mettere in scena il suo attacco. I fratelli sono ora testimoni dopo aver confessato l’attacco in scena mentre erano in custodia.

Leggi anche  Alicia Keys che copre le sorelle dei puntatori è una DELIZIA, e ora non possiamo smettere di sorridere

Jussie deve ancora rilasciare una dichiarazione dopo il suo arresto.

Fonte immagine: Getty / Gary Gershoff