L’attore dell’Impero Jussie Smollett è stato attaccato in un apparente crimine di odio a Chicago

Jussie Smollett è stato attaccato in un evidente crimine di odio il 29 gennaio a Chicago. L’attore 36enne stava lasciando un ristorante quando due sospetti si sono avvicinati a lui urlando insulti razzisti e omofobi, le autorità hanno confermato di The Hollywood Reporter. I sospettati hanno poi preso a pugni Jussie, gli hanno versato una sostanza chimica sconosciuta e gli hanno avvolto una corda intorno al collo. Jussie fu ricoverato in ospedale in seguito all’attacco. “Data la gravità delle accuse, stiamo prendendo molto seriamente questa indagine e trattandola come possibile crimine di odio”, ha detto la polizia in una nota.

Jussie è meglio conosciuto per il suo ritratto di Jamal Lyon in Impero, anche se è anche apparso in Vendetta, Marshall, e Alieno: Patto. Il suo Impero personaggio è un cantautore gay e nel 2015, Jussie è uscito con Ellen DeGeneres in una conversazione filmata che ha avuto luogo nel backstage del suo talk show. “Non c’è armadio, non c’è mai stato un armadio in cui sono stato. Non possiedo un armadio”, ha detto. “Ho una casa, e questa è la mia responsabilità di proteggere quella casa”. Aggiorneremo questo post con ulteriori informazioni non appena disponibili.

Fonte immagine: Getty / Jerod Harris

Leggi anche  Questo è l'errore peggiore che puoi fare quando pulisci il tuo appartamento