In realtà è una buona cosa quando i tuoi figli si lamentano di essere annoiati

Una mattina, mio ​​figlio di 4 anni si è svegliato e ha chiesto il suo iPad – prima ancora che mi desse un vero saluto. Ero pavoneggiato e gli dissi subito di no. Una volta che ha finito la sua fusione per il mio rifiuto di permettergli di incollare la sua faccia in uno schermo appena uscito dal letto, ha alzato gli occhi su di me e si è lamentato: “Sono annoiato”.

Ho sorriso e ho risposto: “A volte è perfettamente normale annoiarsi”. In effetti, penso che i bambini dovrebbero annoiarsi ogni tanto. Nel mondo frenetico di oggi, guidato dalla tecnologia, la noia è un sentimento estraneo per la maggior parte dei bambini perché noi genitori sembra essere sotto costante pressione per farli divertire. Ma la bellezza della noia è che insegna ai bambini a divertirsi. E imparare a scacciare il sentimento “niente da fare” è una necessaria abilità di vita che dà ai bambini la realtà dell’età adulta.

Alice Ann Holland, PhD., ABPP, assistente professore in psichiatria presso l’UT Southwestern Medical Center e presidente della Texas Psychological Association, ha detto che la noia è una parte essenziale dello sviluppo del cervello. “Affrontare la noia aiuta i bambini a imparare a tollerare la frustrazione e a regolare le loro emozioni”, ha detto. “Come sanno tutti gli adulti, questi sono enormi fattori di successo nella vita”. È particolarmente importante per i bambini che iniziano la scuola. Per la maggior parte dei bambini, la scuola non è naturalmente eccitante, quindi hanno bisogno di imparare ad affrontare la noia per raggiungere il loro potenziale accademico. “Non vuoi che un bambino stia cercando di imparare come tollerare la noia mentre cerca anche di imparare la moltiplicazione”, ha detto il dott. Holland.

Leggi anche  Dimentica i tuoi piani per il V-Day: Netflix ci sta conducendo in diverse prime date con un nuovo reality show

Quando ripenso alla mia infanzia, ricordo di essere seduto a casa mia e di annoiarmi. Se mi sono lamentato con i miei genitori, non hanno mai saltato su e trovato modi per intrattenermi. Invece, mi hanno incoraggiato a trovare qualcosa da fare. Leggere un libro. Pulire la mia stanza. Vai a giocare nel cortile. Alcuni dei miei ricordi d’infanzia preferiti sono nati dalla ricerca di intrattenermi. Essere annoiato mi ha anche aiutato a sviluppare le capacità comunicative mentre imparavo a interagire con i miei colleghi. Alcune delle mie più antiche amicizie si sono sviluppate dall’incontrare altri bambini del vicinato che erano altrettanto annoiati quanto me. Ci siamo uniti per la necessità di divertirci.

In questi giorni, quando mio figlio dice che è annoiato, non faccio cadere tutto quello che sto facendo. Anche se si lamenta e si lamenta, so che tra non molto troverà un modo per navigare nel sentimento. Sono spesso sorpreso dalla sua creatività. Costruirà un’intera città di supereroi o afferrerà il suo equipaggiamento medico e lavorerà su pazienti immaginari, proprio sul pavimento del nostro soggiorno. Se lo mettessi di fronte a uno schermo o preparassi un mestiere emozionante per noi da fare insieme, questi momenti di creatività non sarebbero mai accaduti.

Affrontare la noia non è importante solo per mio figlio, ma è anche importante per me e mio marito. I genitori nell’era dell’informazione sono pieni di pressione, stress e ansia. È completamente estenuante. Mentre cerchiamo di destreggiarsi tra lavoro, responsabilità familiari e tutte le attività della nostra famiglia, ci sono giorni in cui siamo troppo stanchi per intrattenere. E, ammettiamolo, a volte le nostre idee di divertimento non sono le più belle. È importante che i nostri figli sappiano come occupare loro stessi quando mamma e papà stanno correndo vuoti.

Leggi anche  Preparatevi, camminando i fan morti: Danai Gurira è in partenza dopo la stagione 10

Annoiato? 100+ cose che puoi fare adesso

Penso che sia così importante insegnare ai nostri figli come affrontare le emozioni. Consentire loro di annoiarsi e aiutarsi attraverso di esso è solo un modo per metterli in grado di gestire i sentimenti più duri e le emozioni che sperimenteranno mentre crescono. “I bambini hanno bisogno della libertà per rilassarsi e avere tempo per se stessi proprio come fanno gli adulti. Questo supporta il normale sviluppo del cervello e, in particolare, il funzionamento emotivo”, ha detto il dott. Holland. Quando si tratta di annoiarsi, preferirei ascoltare i miei figli lamentarsi e lamentarsi piuttosto che salvarli dalla sensazione ogni giorno. Almeno so che li sto preparando per gestire tutti gli alti e bassi emotivi della vita quando sono da soli da adulti.

Fonte immagine: Pexels / Pixabay