Il Billy McFarland di Fyre Festival è in prigione – Ecco quanto tempo ci sarà

Con un paio di documentari che rivisitano il disastro complicato e completo che è stato il famigerato Fyre Festival, il nome Billy McFarland è tornato in prima pagina. L’organizzatore del festival ed ex fondatore e CEO di Fyre Media è stato rappresentato in entrambi i documentari Hulu e Netflix come il truffatore dietro il caos. Dopo che i molti fallimenti del festival furono rivelati, McFarland fu bloccato di fronte alla musica. Per aver commesso frodi via cavo e via mail, così come per i suoi documenti di investimento falsificati e altro ancora, McFarland è stato condannato alla prigione. L’11 ottobre 2018, è stato ufficialmente condannato a sei anni di prigione federale, che attualmente è al servizio dell’FCI Otisville a New York.

La storia di McFarland di roping persone nei suoi schemi, come delineato in a Vanity Fair articolo, era di lunga data. Lo stesso Festival di Fyre non era inteso solo come un festival musicale, ma come un gigantesco sforzo promozionale attorno alla sua ultima avventura: la nota app di Fyre Media. Lanciato attraverso una campagna di social media che includeva grandi nomi come Bella Hadid, Ja Rule e Kendall Jenner, il festival ha rapidamente guadagnato il vapore e gli ospiti. Anche gli investitori si sono affollati per il progetto – e per tutto il tempo, l’effettiva organizzazione del festival è stata lasciata indietro.

Per il documentario Hulu, Fyre Fraud, McFarland si è effettivamente seduto con i registi per raccontare la sua versione della storia. Ma anche allora, è riuscito a giocare i suoi giochi. Secondo E!, Anche McFarland era stato contattato dal team Netflix ma ha chiesto soldi, giocando i due team di documentari l’uno contro l’altro e alla fine si è allontanato con uno stipendio da Hulu quando Netflix si è rifiutato di pagarlo per essere nel suo doc, Fyre.

Leggi anche  Ben Affleck sembra essere buono e ottimista durante una recente uscita a Los Angeles

Un GoFundMe ha raccolto con successo oltre $ 130K per il proprietario del ristorante nel documentario Fyre

McFarland è attualmente in prigione e probabilmente resterà lì per un po ‘di tempo. Ciò è particolarmente vero dato ciò che ha fatto McFarland dopo essere stato arrestato per i suoi crimini legati al caso Fyre Festival. Mentre era fuori su cauzione e in attesa del suo processo nel 2018, McFarland ha creato un’altra impresa commerciale fraudolenta. Questo, intitolato NYC VIP Access, pretendeva di vendere i biglietti per i principali eventi culturali, per lo più a New York City, come il Victoria’s Secret Fashion Show, Coachella, e il Met Gala.

Che aspetto ha il futuro di McFarland? Non eccezionale affatto. Anche se non è chiaro se la sua frase potrebbe essere abbreviata per un buon comportamento, la natura pura delle sue convinzioni renderà difficile per lui costruirsi uno sforzo futuro, anche se verrà rilasciato prima della sua attuale data programmata del 2024. Il suo casellario giudiziario è stato aggravato dall’aggiunta di accuse legate alla sua truffa di NYC VIP Access. Dopo il fiasco del Festival di Fyre, molti articoli – e ora, naturalmente, un paio di documentari – hanno iniziato a scavare nelle passate imprese di McFarland, scoprendo un affascinante truffatore che ha ottenuto molte persone per dargli un sacco di soldi per fare ben poco. Ora che la sua reputazione è là fuori, per non parlare delle sue significative condanne per frode, sembra piuttosto probabile che avrà difficoltà a convincere qualcuno a investire di nuovo con lui.

Fonte immagine: Getty / Patrick McMullan