I tassi di allattamento aumentano se gli ospedali ritardano questa pratica post-parto comune

Se sei preoccupato di poter allattare al seno il tuo neonato, c’è una cosa semplice che puoi richiedere al tuo medico prima della consegna che aumenterà le tue possibilità di successo infermieristico.

Secondo uno studio della Cleveland Clinic, ritardare il primo bagno del bambino – un rapido bagno di spugna per rimuovere il rivestimento naturale del sangue e del liquido amniotico che coprono un neonato – ha aumentato significativamente i tassi di allattamento esclusivo.

Nello studio, iniziato all’inizio del 2016, Heather DiCioccio e le infermiere dell’Hillcrest Hospital in Ohio hanno implementato una politica di balneazione ritardata e poi hanno confrontato 500 bambini che avevano subito un bagno a quelli che non avevano ricevuto il bagno per almeno 12 ore dopo -nascita.

Scoprirono che i tassi di allattamento esclusivo in ospedale nel gruppo con bagno ritardato passavano dal 59% al 68%.

Secondo DiCioccio, l’autore dello studio, i bagni immediati erano un tempo comuni perché le persone erano “un po ‘disgustate” dall’aspetto inalterato di un bambino appena nato. All’Hillcrest Hospital, la maggior parte dei bambini era stata lavata entro due ore dalla nascita, ha detto.

Ma, sostiene, i benefici del senso comune nell’attesa di bagnare i bambini superano di gran lunga qualsiasi disagio cosmetico.

Secondo l’autore dello studio, i bagni immediati erano una volta comuni perché le persone erano “un po ‘disgustate” dall’aspetto inalterato di un bambino appena nato.

I bagni tendono ad aumentare lo stress nei neonati e li fanno sentire freddi, entrambi i quali significano che hanno meno probabilità di allattare al seno. Inoltre, ha notato DiCioccio, spoglia il bambino del suo rivestimento ceroso di vernix, che agisce come uno strato di calore. Secondo alcuni studi, la presenza di liquido amniotico in realtà incoraggia l’allattamento al seno. In realtà, la risposta al lattante tra i neonati – che è stata sviluppata nell’utero – dura più a lungo quando i neonati sono esposti ai loro stessi fluidi. Soprattutto, prima una madre può iniziare a curare, meglio è.

Leggi anche  Questo studio di 10 anni afferma che non esiste alcuna correlazione tra il vaccino contro il morbillo e l'autismo

“Stiamo iniziando a vedere che prima possiamo far chiudere i bambini, migliore sarà la scorta di latte della mamma”, ha detto DiCioccio.

Ora, i team di consegna all’interno del gruppo Cleveland Clinic aspettano almeno una mezza giornata dopo la nascita per fare il bagno ai neonati, ma non esiste una linea guida chiara a livello nazionale. Alcuni incoraggiano il bagno in ritardo di 24 ore, mentre altri raccomandano solo un ritardo minimo di 8 ore. Mentre alcuni genitori rinunciano a un bagno in ospedale, altri ancora vogliono un lavaggio immediato.

“Abbiamo avuto solo un paio di mamme che si sono rifiutate di ritardare i loro bagni”, ha detto DiCioccio. “In questi casi, le infermiere onoreranno la richiesta dei genitori e bagneranno il bambino prima, dopo aver spiegato i benefici dell’attesa.”

Generalmente, il processo è lo stesso: una volta che il bambino è nato, un’infermiera si asciugherà il sangue ma poi darà immediatamente il bambino alla madre per una sessione pelle-a-pelle, un’altra pratica utile nell’allattamento al seno.

Fonte immagine: utente di Flickr J. Franklin