I premi SAG hanno una connessione importante ed emotiva con una stella

Avvertenza: spoiler per È nata una stella avanti!

I SAG Awards sono una notte di festa ed eccitazione per molte celebrità, ma per Lady Gaga, segnano anche il ritorno in un luogo importante da È nata una stella. Il 27 gennaio, la trentaduenne candidata all’attrice migliore ha fatto ritorno al Shrine Auditorium di Los Angeles per la premiazione, lo stesso teatro in cui ha filmato la canzone finale del film e ha reso omaggio a Judy Garland.

La decisione di filmare la scena in Shrine Auditorium era un omaggio alla versione del 1954 di È nata una stella, dove il personaggio di Judy Garland, Esther, riceve una standing ovation dopo essersi presentata come “la signora Norman Maine”.

Nel remake del 2018, il personaggio di Gaga, Ally, trova i testi per la ballata “I’ll Never Love Again”, che suo marito Jackson Maine ha scritto per lei mentre era in riabilitazione. Alla fine del film, dopo il tragico suicidio di Jackson, Ally interpreta il numero straziante durante il suo servizio funebre in una bellissima scena finale. Come Esther, si presenta al pubblico come “Ally Maine”.

È nata una stella è candidato a quattro nomination ai SAG Awards, tra cui il miglior attore per Cooper, la migliore attrice per Gaga, il miglior attore non protagonista per Sam Elliott e il miglior ensemble. Se Gaga finisce per ricevere il premio, potrebbe avere un momento di piena cerchia e vedere il pubblico dal punto di vista di Ally ancora una volta.

Leggi anche  Il mio ragazzo e io abbiamo quasi rotto le faccende domestiche - Ecco come l'abbiamo finalmente fatto funzionare