Ho ringraziato mia suocera per aver allevato mio marito prima che lei se ne andasse, e sono così grato

La vita è impegnata La maggior parte dei miei pensieri quotidiani sono consumati con cose come lavoro, commissioni e pagamenti. È così facile dimenticare di fare un passo indietro e ricordare chi e cosa è più importante per me. Non ho mai avuto una scusa per chiudere e fare quello. . . fino alla morte di mia suocera.

Sapevamo che non sarebbe stata in giro finché qualcuno sperava, perché aveva combattuto il cancro per oltre 10 anni quando ci siamo incontrati, ma non avrei mai immaginato di avere ciò che sapevo nel mio cuore per essere la nostra ultima conversazione così presto. Ero al suo fianco nei suoi ultimi giorni, e dissi quanto ero grato per lei per aver allevato un uomo così meraviglioso. Quella conversazione rimarrà con me per sempre.

La prima volta che ho incontrato mia suocera, era estremamente stoica, forte e ottimista. Non avrei mai saputo che stava combattendo il cancro se il mio attuale marito non me lo avesse detto. Lui e io siamo andati avanti per quasi cinque anni prima di fidanzarsi, e ho sempre desiderato diventare sua nuora. E a causa del suo ottimismo contagioso e del fatto che il suo cancro era trattato più come un compito fastidioso piuttosto che come una malattia che stava combattendo con tutto ciò che aveva, pensavo che sarebbe andata bene. La famiglia non ha riconosciuto nessun altro risultato: avrebbe vissuto una vita lunga e felice. Quando si diffuse, si parlò di nuovi trattamenti, interventi chirurgici e rimedi olistici. Ma poi abbiamo imparato la lezione più difficile: non importa quanto duramente combatta, a volte il cancro vince.

Il 6 maggio siamo stati sposati al suo capezzale mentre il sole splendeva attraverso le finestre. Mia cognata e la nipote indossavano i loro abiti da damigella d’onore e l’avevano vestita con l’abito che aveva comprato per il matrimonio.

Quando il suo cancro si diffuse per la prima volta, mio ​​marito e la sua famiglia non sembravano troppo scoraggiati, ma potevo dire che la mia futura suocera stava iniziando a perdere la speranza. Ha iniziato a parlare di come potrebbe non essere in giro per il nostro matrimonio. Piccoli commenti come questo sono continuati ogni tanto, non come un pensiero negativo ma più di un fatto con cui stava provando a fare i conti. Così, un giorno l’ho cresciuto con il mio fidanzato. Non l’ha preso troppo sul serio, probabilmente perché la realtà della sua salute era troppo da affrontare. Ma verso la fine di dicembre, ho suggerito di spostare la data del nostro matrimonio. Abbiamo parlato con la sede, la chiesa e il fotografo, e abbiamo cambiato tutto in un sabato di maggio.

Leggi anche  Uh-Oh: Un nuovissimo assassino arriva tra Eve e Villanelle nella stagione 2 di Killing Eve

Mio padre mi ha allevato da solo dopo la tragica morte di mia madre

Ma poche settimane prima del matrimonio, la sua salute cominciò a declinare più rapidamente di quanto non avessimo mai visto prima. Il mio attuale marito mi ha chiamato dalla casa dei suoi genitori e mi ha detto che era preoccupato che non sarebbe andata al nostro matrimonio. Tutte le cose che ho mai sentito su di lei e il rapporto che ho immaginato di avere una volta che sono stato ufficialmente un membro della famiglia mi è passato per la testa. Avevo un disperato bisogno che lei sapesse cosa intendeva per me e come sapevo cosa intendeva per lui. Non sono mai stato a mio agio nel condividere esattamente ciò che provo per qualcuno in faccia, ma qualcosa dentro di me sapeva che questo doveva accadere.

Ho guidato dritto lì. Quando sono arrivato, mi sono seduto accanto al suo letto e le ho tenuto le mani. L’ho ringraziata per aver educato suo figlio ad essere un uomo così meraviglioso. Mi assicuravo che lei sapesse che suo figlio era gentile, gentile, compassionevole, premuroso, leale e forte – che lui era tutto di queste cose perché le vedeva in lei. Le ho detto quanto lo amo e sono onorato di diventare sua moglie. L’ho ringraziata per avergli insegnato a rispettare le donne e ad amare ferocemente, e mi ha ringraziato per avergli detto quanto sono grato per lei e per aver davvero visto suo figlio. Questa è stata l’ultima conversazione completa che abbiamo mai avuto.

Divenne sempre più irresponsabile nelle successive 24 ore. Il giorno dopo, ho chiesto al mio fidanzato come si sentisse quando il parroco veniva a casa per sposarci. La sua prima risposta fu che non avremmo avuto bisogno di farlo perché sarebbe stata OK, ma dopo aver parlato con suo padre e sua sorella, fu d’accordo. Quando provammo a svegliarla gentilmente per dirle il nostro piano, i suoi occhi si spalancarono, lei fece un respiro affannoso e mormorò sottovoce: “Sarebbe grandioso.” Quelle furono le ultime parole che l’ho mai sentita parlare.

Leggi anche  Attenzione Acquirenti di cibi integrali: c'è un richiamo su 55 articoli contenenti spinaci baby

Il 6 maggio siamo stati sposati al suo capezzale mentre il sole splendeva attraverso le finestre. Mia cognata e la nipote indossavano i loro abiti da damigella d’onore e l’avevano vestita con l’abito che aveva comprato per il matrimonio. Mio marito si è seduto con lei mentre suonavamo la canzone a cui avrebbero dovuto ballare al nostro matrimonio. Mio suocero ha detto di averla vista aprire gli occhi una volta durante la cerimonia, e quando la stanza si è svuotata, mi sono chinato a sussurrare che abbiamo condiviso ufficialmente la stessa “signora” titolo. I suoi occhi non si aprirono, ma un piccolo sorriso le si insinuò agli angoli della bocca, e credo davvero che lei sapesse cosa stava succedendo quel giorno.

Non potevo lasciarla lasciare questa terra senza sapere l’impatto che ha fatto su di me. E la lezione più grande che ho imparato da quel momento è che non dovrebbe prendere la morte imminente per noi per condividere i nostri sentimenti. Ora quando amo qualcuno, lo dico più spesso che posso.

Qualche giorno dopo, mentre ci riunivamo tutti insieme a lei e le tenevamo la mano, lei prese l’ultimo respiro. Mentre inizialmente non volevo andare avanti con il nostro matrimonio programmato poche settimane dopo, mio ​​marito, suo padre e sua sorella dissero che avrebbe voluto che lo facessimo e che una celebrazione fosse qualcosa di cui tutti avevano davvero bisogno. E ora, quasi sette anni dopo, celebriamo il nostro anniversario di matrimonio il 6 maggio e il nostro anniversario di matrimonio il 14 maggio. E tre anni dopo quel primo maggio pieno di voti nuziali, abbiamo dato il benvenuto al nostro primo figlio nel mondo e onorato mia madre in -la legge nominando nostra figlia dopo di lei Anche se mi piacerebbe che fosse qui per prendere parte alle cose che la nostra famiglia condivide, sono così grato che ho avuto l’opportunità di dirle tutto prima di lasciarci.

Leggi anche  The Obamas stanno producendo uno spettacolo per i bambini sul mangiare sano e LOL, il titolo è grande

Fonte immagine: Unsplash / rawpixel