Gli uomini dietro i marchi di bellezza stanno (finalmente) iniziando a sembrare un po ‘diversi

0
48

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Formula Z (@formulazcosmetics) il 21 marzo 2020 alle 9:00 PDT

È una storia antica come il tempo nel settore della bellezza: quando si staccano le tende dietro i marchi più grandi e influenti del mondo per il trucco, la pelle e i capelli, la maggior parte delle volte si trovano uomini d’affari tradizionali, probabilmente di mezza età, ancora più probabilmente bianco – seduto nella suite c. In un settore che è stato per anni commercializzato quasi interamente per le donne, è difficile non vedere l’ironia. Ma nel tempo, quei ruoli sono stati sfidati in più di un modo. Infine, l’industria della bellezza si sta evolvendo per rappresentare in modo più accurato – e più inclusivo – i suoi clienti su tutti i fronti.

Nel novembre 2016, James Charles è diventato il primo portavoce maschile di CoverGirl; nel 2017 Zach Dishinger ha fondato la Formula Z Cosmetics come studente delle scuole superiori, dove attualmente detiene il titolo di CEO. Nel corso degli anni, i vlogger di bellezza di YouTube come PatrickStarr, Bretman Rock e Manny MUA hanno lanciato collezioni con artisti del calibro di MAC e Morphe, molti con le proprie linee ora disponibili o in lavorazione. Inutile dire che il loro marketing riflette un’industria che vogliono vedere, dove gli uomini sono truccati e godono dei prodotti di bellezza che promuovono, senza paura e senza scuse.

Ma i cambiamenti non si limitano a truccarsi, o anche solo nella categoria del trucco. Gli uomini dietro i marchi di bellezza di oggi sono i primi fan. Questo è vero per Mark Veeder, che ha fondato Farmacy Beauty da una passione per la scienza delle piante, e Alex Kummerrow che ha cofondato Herbivore Botanicals dopo aver acquistato a sua moglie un kit di sapone. Un trio di acconciatori di celebrità ha creato R + Co nel 2014.

Leggi anche  La routine di cura della pelle di Jacqueline Kennedy dal 1963 ci ha pronti a prendere il sole

Questi turni sono scaduti e necessari. Non solo sono strumenti per difendere l’espressione personale all’interno della comunità queer, ma sono anche modi per normalizzare i ruoli degli uomini nel settore al di là di una categoria governativa limitata e titoli esecutivi e anche come consumatori diversi. Matthew Malin e Andrew Goetz, fondatori e partner nella vita reale dietro Malin + Goetz, lo hanno identificato all’inizio quando hanno lanciato il loro marchio di farmacia senza genere nel 2004.

“Gli uomini hanno molto potere di spesa e sono istruiti e preoccupati per il loro aspetto”, ha detto Malin a Fafaq. “Come uomo, voglio parlarmi seriamente della mia pelle. Soffro di rosacea, eczema e seborrea e cerco soluzioni efficaci e delicate.” Questo, combinato con una lunga carriera nel campo della bellezza, in cui afferma che i prodotti erano spesso “il dominio delle donne”, lo ha ispirato a creare una linea che parlasse allo stesso modo a tutti i sessi.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da (MALIN + GOETZ) (@malinandgoetz) il 17 maggio 2020 alle 8:21 PDT

Oltre un decennio più tardi, quando gli appassionati di bellezza maschile iniziarono a dominare i social media e l’idea di truccatori non era più riservata alla cultura del trascinamento e ai set cinematografici, Dishinger di Formula Z vide l’opportunità di mantenere lo slancio. “Ero al secondo anno al liceo quando ho lanciato la Formula Z tre anni fa, e a quel tempo, c’erano pochi ragazzi o uomini di bellezza nelle campagne di marketing del marchio”, ha detto. “Come truccatore e consumatore, ero disincantato dall’industria della bellezza, quindi ho deciso di creare una linea di bellezza perché i marchi di bellezza tradizionali non parlavano la mia lingua, restituivano le cause a cui tengo o mi sono evoluto per incontrare il mio trucco bisogni e credenze sociali “.

Leggi anche  Che eyeliner indossava Joe esotico su Tiger King? I nostri redattori di bellezza hanno 11 idee

Nel 2020, Dishinger è entusiasta di vedere marchi come Chanel salire a bordo con linee di trucco incentrate sugli uomini e campagne inclusive, ma c’è ancora del lavoro da fare. Sa che i suoi compagni Gen-Zers sono pronti per il compito. “Credo che la mia generazione stia sfidando le nozioni tradizionali di razza e genere, molto sensibile all’inclusività e ridefinendo l’industria della bellezza a nostra somiglianza.”

Credo che la mia generazione stia sfidando le nozioni tradizionali di razza e genere, molto sensibile all’inclusività e ridefinendo l’industria della bellezza a nostra somiglianza.

Ma poiché la Gen Z continua a influenzare il panorama della bellezza, ogni dettaglio è importante. Secondo Malin, il marketing è una chiave per far sembrare il settore uno spazio inclusivo. “Oggi i ragazzi hanno un posto a tavola e spesso vedono il marketing diretto a loro come consumatori istruiti” – il modo in cui i prodotti vengono spesso commercializzati alle donne, specialmente nello spazio di lusso. Anche la passione e l’intenzione contano. “Qualsiasi grande marchio dovrebbe dare alle persone il permesso di essere se stessi”, ha detto Dishinger. “La Formula Z Cosmetics ha le sue radici nel dare indietro. Voglio aiutare gli altri come me, in particolare i giovani della comunità LGBTQ.”

Entrambi i fondatori sperano che l’industria continuerà ad evolversi e far rispettare queste idee. “Il nostro settore continua a spostarsi felicemente verso l’inclusione. Non vedo questo come un cambiamento”, ha detto Malin. “Mentre la pelle di ogni persona è diversa dalla prossima, le nostre esigenze sono le stesse”. Dishinger pensa che siamo sulla cuspide di qualcosa di grande: “Quando ero un bambino, i display cosmetici e gli annunci di riviste non presentavano persone che mi assomigliavano. La mia speranza è che i marchi capiscano, rispettino e abbraccino l’individualità e la diversità nella razza, genere e cultura saranno rappresentati nella loro leadership, forza lavoro, prodotti e marketing. Questa non è una tendenza. Questo è il futuro “.

Leggi anche  Prima di infilare le sopracciglia a casa, ecco perché un esperto presta attenzione
Articolo precedenteQuesta maschera per gli occhi con retinolo mi fa sembrare come se avessi avuto 10 ore di sonno
Articolo successivoHo comprato un auto vista non visto su Internet e lo rifarei assolutamente