Dovremmo eliminare le nostre app per il tracker del periodo? Gli esperti spiegano

Da quando è trapelato il progetto di opinione della Corte Suprema su Roe v. Wade, il mondo dei media è esploso – e giustamente. Le celebrità hanno parlato dei loro aborti, gli attivisti di Tiktok si stanno radunando dietro il movimento a scelta a favore e hashtag come #RoevWade sono in modo coerente su Twitter.

Ma a causa della grande quantità di copertura di notizie, da allora c’è stata una miriade di domande su cosa significhi il futuro del ribaltamento di Roe v. Wade – e non solo per l’accesso all’aborto, ma anche per altre questioni.

In un tweet virale pubblicato da Elizabeth C. McLaughlin, autrice, avvocato e attivista, ha scritto: “Se stai usando un tracker del periodo online o monitorando il tuo ciclo tramite il telefono, toglilo ed elimina i tuoi dati”.

Se stai utilizzando un tracker del periodo online o monitorando i tuoi cicli tramite il telefono, toglilo ed elimina i tuoi dati.

Adesso.

– Elizabeth C. McLaughlin (She/Her) (@ecmclaughlin) 3 maggio 2022

Nel lungo thread, ha continuato ad accusare Peter Thiel, imprenditore e venture capitalist che ha investito in Palantir, un sistema tecnologico di spionaggio, di presunta vendita di “dati di monitoraggio dei dati delle persone emarginate al governo”.

“Se pensi che i tuoi dati mostrano quando l’ultima volta mestruati non sia interessante per coloro che stanno per fuorilevare l’aborto, ho un risveglio per te”, ha scritto. “Combinalo con le informazioni sul monitoraggio della posizione e l’ultima volta che stai cercando l’assistenza sanitaria e hai un obiettivo sulla schiena.”

Ha inoltre sottolineato che “un procuratore può farla da parte dei dati del periodo di qualsiasi azienda e che la società può essere costretta da un tribunale a conformarsi”. Suona riguardo, giusto? Detto questo, è importante essere diffidenti su ciò che vedi sui social media, poiché la maggior parte delle cose twittate non sono controllate.

Ma poiché ci sono già state molte domande là fuori su ciò che accadrà in un World Post Roe v. Wade – la fecondazione in vitro diventerà illegale? Il matrimonio tra persone dello stesso sesso verrà rovesciato? Dovresti fare scorta di contraccezione di emergenza? -Abbiamo deciso di verificare se dovresti essere diffidente per avere un’app per il tracker del tuo telefono. Ecco cosa hanno da dire gli esperti.

Leggi anche  L'Oklahoma si unisce al Texas con un devastante divieto di aborto quasi totale

Cosa potrebbe significare un ribaltamento di uova v. Wade per il controllo delle nascite

Le persone dovrebbero eliminare le loro app di tracciamento del periodo?

Potenzialmente. Dipende da diversi fattori, anche se vivi in ​​uno stato in cui l’aborto può diventare illegale, se si utilizza un’app di tracciamento del periodo per monitorare regolarmente il tuo ciclo e se hai avuto un aborto. Se tutti suonano vero, “è possibile che i dati delle app di tracciamento del periodo possano essere citati in giudizio, e quindi utilizzati contro di te in tribunale”, afferma Marco Bellin, esperto di sicurezza dei dati e fondatore e CEO di Datacappy VPN, un’azienda dedicata ad assistere a individui che aiutano le persone nel preservare la loro privacy e aiutarli a usare Internet in modo sicuro.

Ecco come funziona: poiché usi i dati dell’app di tracciamento del periodo per vedere quando si ovulano, monitora il tuo ciclo e monitora i sintomi relativi al periodo, è possibile che i dati che inseriscono potrebbero essere usati per prevedere quando probabilmente cadi in gravidanza . E nel caso in cui hai un aborto, “potrebbe essere usato per dimostrare che un individuo è rimasto incinta e alla fine non ha avuto un figlio – o per dimostrare quando in particolare qualcuno è rimasto incinta”, afferma Bellin.

Naturalmente, ciò dipenderà fortemente da come appare la giurisdizione statale di ogni individuo riguardo alle regole sulla privacy, ma dall’avvocato e CEO di Legaledvice.com, David Reischer, Esq. App di tracciamento del periodo) Dall’offerta di dati. “Teoricamente, le società private potrebbero consegnare i dati al grande governo da utilizzare per l’accusa in un processo illegale di aborto”.

“Legalmente, non esiste una legge che impedisca alle società private di consegnare i dati al governo.”

Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le app di monitoraggio del periodo non hanno una protezione HIPAA, afferma Bellin. (Promemoria che HIPAA sta per “The Health Insurance Portability and Accountability Act del 1996” ed è una legge federale che “protegge le informazioni sulla salute del paziente sensibili da divulgare senza il consenso o la conoscenza del paziente”, per CDC.)

Leggi anche  La nuova legge di Arizona risiede gli aborti dopo 15 settimane, con poche eccezioni

Poiché le app di tracciamento del periodo non hanno una protezione HIPAA, ciò significa che gli sviluppatori di app non devono proteggere le tue informazioni personali. E poiché “qualsiasi app gratuita raccoglie informazioni da te al fine di realizzare un profitto, a seconda delle leggi create, la maggior parte delle tue informazioni digitali potranno essere in giudizio da un tribunale e quindi utilizzato contro di te, se le azioni tu stanno prendendo sono in qualche modo considerati illegali “, conferma Bellin.

Per questo motivo, Bellin afferma che probabilmente dovresti evitare di utilizzare app per il monitoraggio del periodo-e qualsiasi periodo di app di tracciamento-poiché “raccolgono informazioni altamente personali e non sono tenuti a mantenerle confidenziali”. Eliminare queste app sembra molto e forse anche un po ‘eccessivo? Forse. Ma il fatto è che non sapremo quale tipo di implicazione avranno le app di tracciamento del periodo in casi legali fino a quando Roe v. Wade non sarà ufficialmente ribaltato.

Per quanto riguarda le app per il monitoraggio del periodo in mezzo a tutto questo? TBD. Quando Fafaq ha contattato Flo, un calendario dell’ovulazione, un tracker del periodo e un’app di gravidanza, per vedere cosa stavano facendo per rendere gli utenti più sicuri usando la loro piattaforma, non sono stati in grado di commentare i dettagli. Invece, hanno condiviso che “credono fermamente che i dati sulla salute delle donne debbano essere tenuti con la massima privacy e cura”. Hanno anche detto che nel marzo di quest’anno, “Flo ha completato un audit di privacy indipendente esterno, che ha confermato che non vi sono lacune o debolezze nelle nostre pratiche sulla privacy. Rimarremo impegnati a garantire la privacy per i nostri utenti”. (Se sei interessato a leggere di più sulle pratiche sulla privacy di Flo riguardo alle loro politiche di protezione dei dati, puoi farlo qui.)

Leggi anche  Cosa potrebbe significare un ribaltamento di uova v. Wade per il controllo delle nascite

Possiamo solo sperare che FLO e altre app di tracciamento del periodo stiano utilizzando questo tempo per lavorare per adottare misure più sicure.

Nel frattempo, se questo ti fa impazzire perché vivi e respiri la tua app di tracciamento del periodo, hai altre opzioni. Bellin consiglia di utilizzare un tracker scritto a mano per il tuo ciclo mestruale o di aggiornarlo in un foglio di calcolo Excel. Avverte, tuttavia, di evitare di usare il termine “mestruazione” o “periodo” su qualsiasi tracker creato online. Invece, “Usa un’emoji o un termine falso che crei, quindi se qualcuno ottiene l’accesso al tuo calendario o al tuo foglio di calcolo non possono decifrare il codice e tenere traccia delle mestruazioni.”

Tutto sommato, sappi che conversazioni come questa non sono pensate per spaventarti, anche se lo ammettiamo, * possono * essere spaventose. Ma in un momento in cui le persone sono a rischio di perdere il diritto all’autonomia corporea, è importante fare tutto ciò che è in tuo potere per proteggersi, specialmente quando è evidente che il governo non vuole proteggerti. Quindi, se ti senti meglio eliminare la tua app di tracciamento del periodo, dovresti sentirti autorizzato a prendere quella decisione. Se non vuoi, dovresti anche sentirti autorizzato a prendere quella decisione. Perché dopo tutto, è importante che tu abbia una scelta per fare quello che vuoi – in ogni aspetto della tua vita.

9 cose specifiche e significative che puoi fare per sostenere i diritti dell’aborto oggi Fonte: Getty / Kirito Chan