Come Rachel Platten ha confuso la depressione postpartum con questa altra lotta comune

Rachel Platten, la cantante di “Fight Song” e una mamma nuova di zecca per una figlia di 3 settimane di nome Violet Skye, è stata molto sincera sulla sua esperienza di mamma – ci vediamo, selfie con la pompa! – In particolare quando si tratta di alcune delle parti più difficili. Recentemente, l’artista premiato ha collaborato con Pampers per promuovere i suoi pannolini ultrasoft – dopo tutto, li indossava da bambina! – e aperto al fafaq per la primissima volta dal parto. Dalla scelta del nome perfetto per trattare con gli ormoni del parto, la 37enne mamma del primo anno ha posato tutto sul tavolo.

“Le montagne russe emotive che accadono dopo il travaglio [era impegnativo]”, ci ha detto. “Gli ormoni e gli abbassamenti degli ormoni, ho pianto per tre giorni, e ho chiesto ad alcuni amici: ‘Questa depressione postpartum? Erano tutti come, ‘Oh dolcezza, no, no, no, è solo la privazione del sonno, è completamente normale’ “.

Mentre alcune donne si prendono i brividi durante il parto e altre sono semplicemente morenti di fame, Rachel desidera che lei abbia capito quanto intensi possano essere i cambiamenti ormonali.

“Ho pianto per tre giorni, e ho chiesto ad alcuni amici, ‘questa depressione postpartum? Ho?'”

“Questo è l’abbassamento degli ormoni, questo è quello che succede, ed è davvero travolgente”, ha detto. “Non ero del tutto preparato per questo, avrei voluto sapere che era più normale, vorrei aver visto sui social più mamme parlare di questo, ma quanto è duro e completamente onnicomprensivo è fisicamente, e il tuo corpo e poi hai questa piccola cosa che ha bisogno di te per tutta la vita, quindi quella parte è stata davvero dura. ”

Leggi anche  Potrebbe non essere colpevole come Elizabeth Holmes, ma Sunny Balwani è ancora abbastanza dannatamente sospettoso

Fortunatamente, Rachel ha un buon sistema di supporto, e dopo alcune ore di sonno, alla fine ha cominciato a sentirsi meglio.

“Grazie a Dio quando finalmente ho avuto un buon sonno, mi sono svegliato e mi sono detto, ‘Sto bene Ok, è stato solo … è stata la privazione del sonno'”, ha detto. “Ma per alcune mamme, è reale. [Per] alcune mamme, quella sensazione dura, e penso che più ne parliamo come mamme e lo normalizziamo, meglio è, quindi tutti capiscono che non sono soli.”

Congratulazioni alla sua dolce famiglia. Speriamo che il piccolo Violet lo stia vivendo nei suoi pannolini preferiti!