Come la casa natale della principessa Diana porta avanti la sua buona opera fino ad oggi

Non era nata reale, ma Diana, principessa del Galles, arrivò in un ambiente piuttosto regale. La principessa venne al mondo in una casa costruita da un futuro re per motivi di una delle residenze più famose della casa di Windsor, e durante i suoi primi anni, la regina era uno dei suoi vicini!

Diana è nata a Park House nella tenuta di Sandringham, nel Norfolk. L’edificio vittoriano color sabbia, con le sue enormi vetrate, è molto vicino alla casa di Elisabetta II, Sandringham House. La Park House fu costruita nel 1860 quando il bisnonno della regina, il futuro Edoardo VII, si stabilì lì, e il luogo di nascita di Diana fu originariamente progettato per ospitare gli ospiti e il personale che non poteva adattarsi alla residenza principale.

Nel 1961, la Park House fu affittata da John, Viscount Althorp, e sua moglie, Frances, che aveva stretti legami con la famiglia reale. Frances, Viscontessa Althorp, era nata in casa nel 1936 quando i suoi stessi genitori, Edmund e Ruth, l’avevano affittata da re Giorgio V, l’amato nonno della regina. Questa era molto una casa di famiglia per gli Spencer.

L’onorevole Diana Frances Spencer è nata lì il 1 ° luglio 1961 e il suo battesimo ha avuto luogo nella vicina chiesa di S. Maria Maddalena il 30 agosto dello stesso anno.

Baby Diana si unì a due sorelle più grandi, Sarah (nata nel 1955) e Jane (nata nel 1957). Tragicamente, i suoi genitori persero un figlio subito dopo la nascita nel 1960. Diana avrebbe poi detto che sapeva che i suoi genitori speravano davvero che sarebbe stata un altro ragazzo, dato che suo padre, John, era in linea per diventare Earl Spencer e aveva bisogno di un figlio ed erede. Il fratello tanto atteso di Diana, Charles, arrivò nel 1964.

Leggi anche  Il capitano Marvel è in procinto di presentarti alla tua prossima piccola sfocata ossessione

La famiglia è cresciuta a Park House, dove avevano alcuni vicini piuttosto regali. I figli più piccoli della regina, il principe Andréj (nato nel 1960) e il principe Edward (nato nel 1964) trascorsero molto tempo alla Sandringham House, e Diana si divertì con loro a suonare nei suoi anni più giovani. Ha anche avuto le sue prime lezioni alla Park House mentre la sua prima educazione si svolgeva lì sotto le cure di una governante, Gertrude Allen. Diana andò poi a frequentare la vicina Silfield School.

11 Fatti interessanti sugli anni prereali di Princess Diana

Park House è diventato un rifugio per Diana quando la sua infanzia ha preso una brutta piega. Nel 1967, i suoi genitori si separarono, con il divorzio che avvenne quando Diana aveva 8 anni. La custodia dei figli fu affidata al padre, e videro poco della loro madre, che presto si sposò di nuovo. Diana si trasferì in un collegio, Riddlesworth Hall vicino a Thetford, nel Norfolk, all’età di 9 anni e tornò al suo luogo di nascita per le vacanze con i suoi fratelli.

Il loro tempo alla Park House terminò nel 1975 quando il loro nonno paterno morì e il loro padre divenne Earl Spencer. Ora Lady Diana Spencer, la futura principessa si trasferì nella casa ancestrale di Althorp House nel Northamptonshire.

La stessa Park House ha avuto una nuova prospettiva di vita nel 1983, subito dopo il matrimonio di Diana con il principe Carlo. La regina decise di consegnare la proprietà alla carità Leonard Cheshire Disability per trasformarla in un albergo. L’organizzazione, che supporta le persone a condurre la vita indipendente che scelgono, ha trasformato la proprietà in una struttura per le vacanze per persone con disabilità, e accoglie ancora oggi gli ospiti.

Leggi anche  Mio marito è stato a casa per 6 settimane e mi ha insegnato una lezione preziosa

Alcuni di loro potrebbero trovarsi a dormire nella stessa stanza in cui è nata Diana, principessa del Galles, e tutti loro trascorreranno le loro vacanze nei corridoi in cui il reale rideva e giocava da bambino. Forse è appropriato che il luogo di nascita di una principessa che voleva così tanto aiutare gli altri è diventato un luogo dove le persone possono sostentarsi.

Fonte immagine: Getty / Collezione Hulton-Deutsch / CORBIS