Come gestire un bambino supersensibile se sei un genitore dalla pelle spessa

Prima di diventare un genitore, immaginai che i miei figli avrebbero avuto personalità molto simili alla mia. Avremmo le stesse simpatie e antipatie, ridere alle stesse battute e generalmente vedere il mondo in modi simili. Molto prima che il mio primo figlio pronunciasse la sua prima parola, mi resi conto che la credenza era completamente e completamente falsa. Amo solo il tempo, lei preferisce stare con amici e familiari costantemente. Mi prendo un po ‘per scaldarmi con persone nuove, lei è una farfalla sociale. E sono duro come chiodi, raramente lascia che le mie emozioni prendano il sopravvento, mentre lei è super, super sensibile.

Essere genitori di un bambino sensibile è stata una sfida per me in molti modi. Ho dovuto imparare e apprezzare ciò che significa essere sensibili davvero: lei sente tutto profondamente ed è altamente emotivamente reattiva, ma è anche empatica e intuitiva. Ho anche dovuto imparare come le mie reazioni naturali alle sue esplosioni emotive (ad esempio, “Passa oltre”, “Perché sei così sconvolto per qualcosa di così piccolo?”, E il più snello “Seriamente ?!”) don ‘ t aiutare la situazione anche un po ‘. Invece, la fanno diventare ancora più emotiva e turbata, frustrandomi ulteriormente ed estendendo la sua linea temporale tra detonazione e calma in modo esponenziale.

Ora che ha quasi 8 anni, occuparsi della sua sensibilità non significa solo navigare nelle sue mine terrestri emotive e aiutarla a tornare in uno spazio neutrale dopo una fusione. Si tratta anche di insegnarle a fare lo stesso tutto da sola in un modo che non è giudicante e che può facilmente capire e attuare. Se sei un genitore dalla pelle spessa che alza un bambino ipersensibile, ecco alcuni suggerimenti su come trovare un terreno comune.

  1. Lavora per essere empatico. La tua reazione naturale potrebbe essere frustrante o sprezzante quando tuo figlio diventa super emotivo riguardo a qualcosa che ti sembra piccolo, ma esprimere rabbia o impazienza non farà che aggravare la situazione. Invece, ascolta i sentimenti di tuo figlio e fagli sapere che capisci che stanno avendo dei sentimenti intensi e che va bene, senza rinforzare eccessivamente i lamenti o il pianto. Dite cose del tipo: “Capisco perché questo ti ha veramente sconvolto” o “So che è difficile da gestire”, per poi passare rapidamente alla ricerca di soluzioni insieme.
  2. Aiutali a trovare le parole per esprimersi. Se il bambino tende ad affrontare situazioni emotive scoppiando in lacrime o arrabbiandosi, aiutali a imparare a usare le parole per esprimere invece come si sentono. Anche se sei l’unico a mettere a verbale le emozioni all’inizio (cioè, “So che ti senti arrabbiato per non poter comprare questo giocattolo oggi”), alla fine capiranno che parlare attraverso una sensazione è un modo migliore di gestire è che lo scioglimento è sempre.
  3. Trova meccanismi di coping migliori. Mia figlia ed io parliamo spesso di come, quando si sente eccessivamente emotiva o turbata, dovrebbe fare qualche respiro profondo o fare un po ‘di auto-parlare positivo invece di far saltare in aria, e sta migliorando nell’utilizzare quelle tattiche di auto-calmamento. Altre idee da presentare ai tuoi bambini includono contare fino a 10 o cantare una canzone nella tua testa, allontanarti dalla situazione, o anche colpire un cuscino alcune volte per rilasciare lo stress.
  4. Preparali per situazioni problematiche. Se sai che entrerai in uno scenario che causa al tuo bambino un disagio emotivo – vai dal dottore, lasciandoli con una nuova baby-sitter – preparati per quello che verrà e parla di come possono usare le strategie di coping per stare calmo e raccogliere .
  5. Concentrarsi sulla risoluzione dei problemi. Una volta che il tuo bambino sensibile è in uno stato emotivo, è quasi impossibile concentrarsi e risolvere il problema iniziale che ha causato quella reazione. Parla con tuo figlio con calma su come non puoi aiutarli quando sono troppo emotivi, aspetta che si calmino, quindi lavora insieme per risolvere il problema. Alla fine, tuo figlio imparerà che lasciare che le proprie emozioni prendano il sopravvento sta effettivamente lavorando contro la ricerca di una soluzione.
Leggi anche  Sorpresa! Zoe Kravitz viene dichiarata sposata con Karl Glusman

Fonte immagine: Pexels / Victoria Borodinova