1 suggerimento da un dietista che ti aiuterà a capire l’eccesso di cibo – e infine smetti

C’è una linea sottile tra sentirsi soddisfatti dopo un pasto e sentirsi imbottiti. Molti di noi sorvolano la fila per tutto il tempo e non la vedono finché non è troppo, troppo tardi – accasciati, tenendo lo stomaco, disfando il bottone in alto dei jeans. Il disagio fisico passerà per fortuna, ma l’eccesso di cibo può anche avere conseguenze a lungo termine, soprattutto se stai cercando di perdere peso. Non sarebbe bello se potessimo solo dire quando siamo perfettamente soddisfatti e poi. . . fermare?

“Mangia fino a quando non sei più affamato, non fino a quando non sei pieno”, è il modo in cui lo esprime Kristin Kirkpatrick, un dietista registrato presso l’Istituto di Benessere della Clinica di Cleveland. Ma qual è la differenza lì, e come lo fai accadere? Per molti di noi, i sentimenti di fame non sembrano fermarsi finché non siamo pieni come possiamo essere. Per me, questo significa spuntini dopo cena come cereali, succo di mela o carote – qualcosa da sgranocchiare per riempire quell’ultimo pezzettino. Questo va bene se sei ancora attivamente affamato, ha detto Kristin. Ma se lasci un pasto sapendo di poter mettere un po ‘di più dentro, anche se ti senti soddisfatto, potrebbe essere davvero il momento di smettere.

Il mio eccesso di cibo stava causando aumento di peso, fino a quando ho iniziato a mangiare questo cibo prima dei pasti

“Se davvero attingiamo alle indicazioni della fame”, ha detto Kristin, “mangeremmo solo quando ci sentiremmo la fame” – non solo per riempire l’ultimo spazio vuoto nel nostro stomaco. Questa può essere una distinzione difficile da fare. Un modo per farlo? Basta rallentare. Kristin ha detto che ci sono ricerche per dimostrare che la masticazione di più può aiutare a prevenire l’eccesso di cibo, e uno studio del 2017 ha dimostrato che i consumatori più lenti hanno meno probabilità di aumentare di peso. Anche oltre, rallentando ti dà quel tempo in più per fare il check-in con il tuo corpo e vedere se sei soddisfatto. (Mangiare gustoso, aiuta anche a riempire il cibo – ecco alcune opzioni per iniziare.)

Leggi anche  Il divertente PSA della mamma a New Moms sul loro futuro bagno: "Nessuna quantità di Lysol risolverà questo"

Quello che stai cercando di evitare è quella sensazione di essere spiacevolmente pieno: pesante, gonfio, stanco, come se ci fosse “un mattone nello stomaco”, ha detto Kristin. Probabilmente sai cosa vuol dire essere troppo pieno o veramente affamato; ora si tratta di distinguere tra i punti più fini della scala fino a raggiungere il perfetto stato di soddisfazione. “Nel tempo, diventa più facile da percepire”, ha detto Kristin.

Quindi al tuo prossimo pasto, prova a masticare di più, rallentando i tuoi morsi e chiedendoti come ti senti davvero prima di passare alla prossima cosa. Ancora affamato? Fallo. Ti senti sazio? Ottimo – prenditi una pausa e metti giù la forchetta. Sintonizzarti sui segnali della fame del tuo corpo ti aiuterà a perdere peso e, ancora meglio, a sentirti alimentato invece di riempire troppo.

Fonte immagine: Getty / Martin Steinthaler